Allerta Meteo, l’avviso della Protezione Civile: temporali al Sud, allarme arancione in Campania e Sicilia

Allerta Meteo, forti temporali al Sud nella giornata di domani: particolarmente colpite Sicilia e Campania. L'avviso della Protezione Civile

MeteoWeb

Allerta Meteo – Un’area di bassa pressione proveniente dall’Europa settentrionale, ha raggiunto il Mediterraneo determinando condizioni di generale maltempo su tutte le regioni centro-settentrionali e sulla Campania, con fenomeni anche a carattere temporalesco, localmente intensi. Dalle prime ore di domani le precipitazioni si concentreranno sulle regioni meridionali, mentre altrove si prevede un temporaneo miglioramento.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che estende il precedente.

L’avviso prevede dalle prime ore di domani il persistere di precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Campania. Le precipitazioni si estenderanno poi alla Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensita’, frequente attivita’ elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto e’ stata valutata per la giornata di domani allerta arancione sulla Sicilia nord-orientale e su gran parte della Campania. Valutata inoltre allerta gialla su gran parte dei bacini dell’Umbria, sull’intero territorio di Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e sui restanti settori di Campania e Sicilia.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale per il 2 dicembre 2020

Precipitazioni:

– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su settori meridionali del Lazio, settori occidentali di Abruzzo e Molise e su Campania settentrionale, con quantitativi cumulati da moderati a puntualmente elevati;
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su settori costieri di Emilia-Romagna e Veneto, su Friuli Venezia Giulia, Marche, Umbria, restanti settori di Lazio, Campania, Abruzzo e Molise, con quantitativi cumulati da deboli a moderati;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori del centro-nord peninsulare, Sardegna occidentale, Basilicata, Sicilia, Calabria e Puglia meridionale, con quantitativi cumulati deboli, puntualmente moderati su Sicilia occidentale e meridionale e su Calabria meridionale e centrale ionica.

Nevicate: inizialmente fino a quote di pianura al settentrione, in esaurimento nel corso della giornata, con apporti al suolo da deboli a moderati; al di sopra dei 700-1000 m sul versante toscano dell’Appennino settentrionale, con apporti al suolo da deboli a moderati; al di sopra dei 1200-1400 m sull’Appennino romagnolo e centrale, con apporti al suolo da deboli a moderati, fino ad abbondanti a quote superiori.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: massime in sensibile diminuzione su regioni settentrionali e Sardegna, in sensibile aumento sui settori costieri adriatici centro-meridionali e sulla Calabria.

Venti: forti settentrionali su Sardegna e Liguria, con raffiche di burrasca sui crinali appenninici e sulla Liguria centrale; forti orientali sui settori costieri e pianeggianti di Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia-Romagna con raffiche di burrasca forte sul Triestino; forti dai quadranti meridionali al Sud e sul Molise, con raffiche di burrasca sui crinali appenninici e sui rilievi della Sicilia e tendenti a rinforzare in serata fino a burrasca su zone ioniche e Puglia.

Mari: da molto mossi ad agitati il Mar Ligure, il Mar di Sardegna e l’Adriatico meridionale; molto mossi i restanti bacini.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale per il 3 dicembre 2020

Precipitazioni:

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su tutte le regioni meridionali, con quantitativi cumulati generalmente moderati, con fenomeni più persistenti su Campania meridionale, Basilicata tirrenica e Puglia meridionale;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o breve temporale, su Lazio, Abruzzo, Molise, settori costieri della Toscana, sul Triveneto e dalla sera sulla Liguria e Piemonte meridionale, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: fino a quote collinari sulle Alpi del Triveneto, con apporti al suolo da deboli a moderati, in attenuazione; al di sopra dei 1200-1400 m sull’Appennino abruzzese, con apporti al suolo deboli; dalla serata fino a quote di pianura sui settori interni della Liguria e sul Piemonte meridionale, con apporti cumulati deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: minime in sensibile calo sui settori alpini occidentali e localmente sulle regioni centrali; massime in sensibile aumento sulla Pianura Padana e in sensibile diminuzione sulle regioni adriatiche e al Sud.

Venti: forti nord-occidentali, con raffiche fino a burrasca, sulla Sardegna e sulla Sicilia; localmente forti settentrionali su tutte le zone adriatiche centro-settentrionali; localmente forti dai quadranti meridionali su tutti settori ionici e sulla Puglia, con locali rinforzi di burrasca; localmente forti da nord-ovest sui settori tirrenici meridionali.

Mari: agitati il Mare e il Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia, l’Adriatico meridionale e lo Ionio settentrionale; localmente molto mossi i restanti bacini.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale per il 4 dicembre 2020

Precipitazioni:

– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle regioni settentrionali e sull’Alta Toscana, con quantitativi cumulati generalmente moderati, puntualmente elevati su Liguria di Levante ed Alta Toscana;

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto della Toscana, su Lazio, Umbria, Sardegna occidentale, Campania settentrionale, Calabria e settori meridionali di Basilicata e Puglia, con quantitativi cumulati deboli, puntualmente moderati su Sardegna e Toscana.

Nevicate: fino a quote di pianura al Nord-Ovest, a quote collinari al Nord-Est, con apporti al suolo da deboli a moderati, fino ad abbondanti sui settori alpini.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: minime in locale sensibile diminuzione su Abruzzo, Molise e regioni meridionali; massime in aumento su tutto il centro-nord, localmente sensibile nei valori serali.

Venti: forti meridionali su Sardegna, con rinforzi di burrasca dal pomeriggio, in estensione a Liguria, Appennino settentrionale, zone costiere toscane e laziali, coste dell’Alto Adriatico e Puglia; tendenti a localmente forti meridionali su tutte le altre zone.

Mari: agitati il Mare di Sardegna e l’Adriatico meridionale; molto mossi i restanti bacini, tendenti ad agitati il Mar Ligure e dalla sera il Tirreno settentrionale.

Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: