Festività di dicembre in tutto il mondo: 7 salti nelle onde per il Capodanno in Brasile

Tra le festività di dicembre in tutto il mondo il Capodanno in Brasile è quello più ricco di colori: dal bianco della dea del mare, al rosso dei melograni, ai mille colori dei fuochi d'artificio a Copacabana

MeteoWeb

Tra le festività di dicembre in tutto il mondo quello del Brasile è il Capodanno più colorato e vitale che si possa immaginare, ricco di tradizioni dall’origine suggestiva come quella legata alla dea del Mare, Yemanjá, che vuole si saltino sette onde dell’oceano per renderle omaggio.
Il Capodanno brasiliano è un momento, poi, in cui i colori che si indossano o quelli dei frutti che si consumano si ritiene da tradizione che possano propiziare l’anno venturo e realizzare i desideri che si esprimono durante i rituali che si compiono alla mezzanotte.

Sulle spiagge di Copacabana

copacabanaAnche in Brasile come per altre festività di dicembre in tutto il mondo si festeggia il Capodanno allo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre, ma qui il bianco della prima notte dell’anno non si celebra tra candidi paesaggi innevati ma sulle bianche spiagge di Copacabana che per tutti i 4 chilometri della sua lunghezza viene invasa da brasiliani e turisti in attesa di vedere lo spettacolo di fuochi d’artificio.

Questo spettacolo pirotecnico dura almeno 15 minuti a partire dalla mezzanotte e i fuochi vengono sparati da dieci piattaforme a largo della spiaggia così che possano essere visibili non solo dal litorale ma anche dalle barche e dalle navi da crociera che costeggiano le rive e dal Forte di Copacabana che offre la vista più mozzafiato di tutte.
Le spiagge e i festeggiamenti continuano sulle spiagge di Ipanema, Leblon, Flamengo e Barra da Tijuca che accolgono concerti, musica, balli e animazioni che vanno avanti tutta la notte.

culto di yemanjaLa tradizione brasiliana prevede che chiunque si trovi in prossimità dell’oceano si getti nel mare e salti sette onde. Si crede che questa usanza, nota in tutto il mondo, abbia avuto le proprie origini nelle tradizioni africane importate in Brasile dagli schiavi condotti qui durante i secoli.

Il rituale rende omaggio a Yemanjá, l’orisha che protegge i mari e i bambini, una dea del mare a cui i brasiliani chiedono forza e protezione. Il numero di sette onde è il numero della cabala rappresentato da Exu, figlio di Yemanjá e i sette salti servono per aprire le strade della fortuna.

Per ogni onda saltata si deve esprimere un desiderio o gratitudine per quello che di buono ha riservato l’anno passato e secondo la tradizione, per assicurarsi la fortuna anche per l’anno venturo, non si possono voltare le spalle all’oceano dopo aver reso omaggio alla dea del mare.

I colori del Capodanno brasiliano

culto di yemanjaCome per le festività di dicembre in tutto il mondo anche in Brasile è un’usanza molto diffusa quella di indossare un abito nuovo durante le feste e nel Paese la tradizione vuole che ci si vesta di bianco che rappresenta un simbolo di pace e di armonia.

Anche in questo caso è un colore ereditato dalla tradizione africana, secondo la quale le tribù vestivano il bianco per onorare Yemanjá e ottenere la purificazione spirituale.

Chi invece desideri viaggiare molto nell’anno successivo, deve mettere un abito bianco dentro la valigia preferita, indossarlo il mattino successivo al Capodanno e visitare una qualsiasi attrazione turistica della località in cui si trova – chi ci ha provato, garantisce che funziona.

abiti capodannoAlcuni, tuttavia, scelgono di indossare altri colori che simboleggiano ciascuno un desiderio che si auspica venga esaudito nell’anno che seguirà: il giallo rappresenta il colore dei soldi e della prosperità, il rosso rappresenta la passione e la forza, mentre l’arancio il successo; il verde invece speranza, salute ed equilibrio, infine il blu è simbolo di armonia e tranquillità per chi desideri questi doni più di altri per l’anno futuro.
Rigorosamente escluso dagli abiti del Capodanno invece è il colore nero.

I cibi del Capodanno in Brasile

Analogamente a quanto accade nel nostro Bel Paese anche in Brasile per Capodanno si mangiano lenticchie perché pare che la loro forma simile a piccole monete sia in grado di attrarre denaro e prosperità.

Si tratta di un’usanza portata in Brasile dagli immigrati italiani e che la popolazione locale ha arricchito con un particolare davvero colorito: qualunque cosa ci sia in tavola, ognuno degli invitati al cenone di Capodanno per prima cosa si serve delle lenticchie e in seguito sale sul punto più alto del luogo in cui si trova (ad esempio può trattarsi di una sedia, di un tavolo o di una scala), quindi mangia sette forchettate di lenticchie prima di sedersi e godersi in una posizione più consona e rilassata il resto del pasto.

A chi desidera un anno con le tasche ben piene di soldi in Brasile viene consigliato di succhiare sette semi di melagrano durante il conto alla rovescia prima della mezzanotte e in seguito di avvolgerli in un pezzo di carta e tenerli nel portafoglio insieme al denaro.

In molte regioni brasiliane, in effetti, è comune portare in tavola un cesto che deve contenere necessariamente almeno un melagrano ma anche altri frutti come mele e uva che sono tutti legati al successo e al denaro.

Le origini dell’uso di mangiare mela allo scoccare della mezzanotte si sono perse nel tempo ma si ritiene che il suo simbolismo sia legato al successo e chiunque dia un morso a una mela, rigorosamente rossa, avrà prosperità per l’anno seguente.

La tradizione di mangiare uva durante il Capodanno deriva, invece, dal raccolto abbondante del 1909 in Spagna e dal fatto che anche questo frutto rappresenti la prosperità e l’abbondanza.

È tradizione mangiarne 12 acini, uno per ogni mese dell’anno perché si ritiene che ogni chicco d’uva indichi il sapore di ogni mese che verrà: dolce per i mesi piacevoli, amaro per quelli più difficili.

In altre zone, però, si mangiano tre soli acini alla mezzanotte, esprimendo un desiderio per ognuno di essi, altrove, ancora, si attende la mezzanotte seduti su una panchetta durante il conto alla rovescia e scendendo subito dopo con il piede destro.

Negli ultimi anni, mangiare frutta candita o frutta secca è diventato altrettanto popolare, un’usanza portata dagli immigrati arabi legata anche qui all’abbondanza.

Anche in Brasile come accade in tutto il mondo si sorseggiano bollicine che siano di champagne o più di frequente vini frizzanti e spumanti.
Anche in questo caso, dato che il vino è prodotto a partire dall’uva si ritiene che simboleggi la vita la gioia e la felicità e i brasiliani per attirare a sé la fortuna ne bevono tre sorsi mentre esprimono un desiderio per ciascuno.