Come sgonfiare la pancia e disintossicare l’organismo velocemente? Bastano pochi alimenti e piccoli accorgimenti

Cosa mangiare e cosa evitare per disintossicare l'organismo e sgonfiare la pancia? Tanti consigli utili per raggiungere l'obiettivo velocemente

MeteoWeb

Ogni anno, prima dell’arrivo delle festività i propositi sono sempre gli stessi (non strafare a tavola, non esagerare con gli spuntini fuori pasto, limitare i dolci e così via) ma puntualmente le tentazioni sono troppe e tutte le buone intenzioni svaniscono nel nulla.
Resistere è davvero difficile e concedersi qualche strappo alla regola è inevitabile, ma il rischio di esagerare è sempre dietro l’angolo e appena possibile, lontano da pranzi e cenoni, si avverte la necessità di aiutare il proprio organismo a depurarsi, così come preferire alimenti che aiutino a sgonfiare la pancia.
Come fare dunque? Basta preferire alcuni alimenti ad altri, così come seguire piccoli accorgimenti, per ritrovare la forma e il benessere.

Dieta detox/disintossicante: gli alimenti consigliati

zenzero

Sentirsi appesantiti può essere una spiacevole conseguenza dell’alimentazione scorretta e di uno stile di vita sedentario: ci sono però 10 alimenti che ci possono aiutare a depurare l’organismo da tutte le scorie accumulate, e perché no, anche a perdere qualche chiletto.

  • Zenzero e aglio: perfetti per insaporire le nostre pietanze senza appesantirle troppo, zenzero e aglio sono anche fedeli alleati nella lotta contro i radicali liberi. Fondamentali per la purificazione del fegato.
  • Mirtilli rossi: tra i più efficaci per depurare e ricchi di proprietà. Sono antiossidanti, antinfiammatori e facili da digerire.
  • Barbabietola rossa: alleato di fegato e cistifellea. E’ una verdura utilissima per eliminare le tossine, rafforzare il sistema immunitario e regolare la funzione intestinale.
  • Mele rosse: perfette da inserire come spuntino tra un pasto e l’altro. Altamente sazianti, sono ricche di vitamine e sali minerali.
  • Carciofi: preparateli in qualsiasi modo per favorire il corretto funzionamento di fegato e  colecisti. Adatti a chi ha problemi di colesterolo, sono anche drenanti, diuretici e disintossicanti.
  • Limone: ricca fonte di vitamina C, aiuta il nostro corpo a disintossicarsi e a bruciare grassi. Va assunto, preferibilmente, al mattino e a stomaco vuoto.
  • Lenticchie: si tratta di un alimento che sazia notevolmente senza però apportare grassi. Ricche di proteine, sono anche fonte di vitamine e minerali e svolgono un’azione regolatrice dell’intestino.
  • Finocchi: perfetti da mangiare crudi prima dei pasti principali, i finocchi sono poveri di calorie e disintossicanti, stimolano la diuresi e aiutano a regolare le funzione intestinali.
  • Verdure a foglia verde: depurano l’organismo, sono sazianti e poveri di calorie. Tra le altre proprietà, aumentano i livelli di clorofilla nel tratto digestivo, rivelandosi particolarmente utili per liberarsi delle tossine ambientali come lo smog.
  • Tè verde: è la bevanda detox per eccellenza, in quanto accelera l’attività del fegato e favorisce la produzione di enzimi di disintossicazione. E’ perfetto per sciogliere le tossine e i grassi in eccesso.

Come sgonfiare la pancia velocemente, depurare l’organismo e accelerare il metabolismo

Tanti fattori possono contribuire alla pancia gonfia, in genere il sintomo di un accumulo di gas nello stomaco o nell’intestino, a volte associato a un dolore anche intenso.
Sgonfiare la pancia è un obiettivo che tanti vogliono raggiungere, soprattutto in periodi caratterizzati da eccessi a tavola, ma il gonfiore addominale è un problema comune, e può riguardare tutti, anche le persone magre. Come fare dunque?

Episodi isolati di gonfiore addominale tendono a risolversi da soli, spiegano gli esperti dell’Humanitas Research Hospital, ospedale ad alta specializzazione, centro di Ricerca e sede di insegnamento universitario. Nel caso in cui si ripetanopuò essere utile cercare di ridurre l’assunzione di alimenti e bevande che favoriscono l’accumulo di gas nell’apparato digerente, come ad esempio fagioli, broccoli, cavolini di Bruxelles, cavolo e cavolfiore, mele, pere e pesche, lattuga, cipolla, cereali integrali e bibite gassate. In alcuni casi potrebbe essere utile limitare (o addirittura evitare completamente) anche il consumo di latte e dei suoi derivati.

Le 3 migliori tisane per depurare il fegato e sgonfiare la pancia

Alcune tisane depurative vengono in nostro soccorso: 3 calde bevande ci aiuteranno a riprendere in un batter d’occhio la forma perduta.

  1. TISANA AL FINOCCHIO

E’ un classico, intramontabile e più efficace che mai. La tisana al finocchio è il migliore rimedio, facilmente reperibile nei supermercati, per depurare e sgonfiare la pancia durante le festività natalizie. Attraverso l’assunzione di questa tisana, si potrà godere non solo di una digestione perfetta post abbuffata, ma anche di una efficace azione diuretica e antigonfiore.

   2. TISANA AL ROSMARINO

Facilissima da preparare, basterà lasciare le foglie essiccate di rosmarino in acqua bollente per una decina di minuti e consumarla ben calda. La tisana al rosmarino è famosa per le sue proprietà drenanti, ma anche per essere capace di purificare le vie respiratorie e abbassare i livelli di glucosio nel sangue.

   3. TISANA ALLO ZENZERO

La tisana allo zenzero purifica, sgonfia la zona addominale, elimina le tossine accumulate negli organi del corpo, sgonfia l’addome e i fianchi. Un toccasana per ristabilire la linea.

Centrifugato curcuma e ananas: detox e rinfrescante

Preparare un centrifugato curcuma e ananas è semplicissimo. Per due persone occorrono:  400 grammi di ananas fresco e 10 grammi di rizoma fresco di curcuma. E’ sufficiente sbucciare l’ananas e la radice di curcuma, tagliandoli a pezzi e centrifugandoli, assumendo la bevanda subito dopo i pasti per godere al meglio dei suoi benefici: disintossica l’organismo, è digestiva,  dimagrante, diuretica e antinfiammatoria. Depurativa di fegato e reni, aiuta questi organi a svolgere al meglio le loro funzioni. Tutto merito della bromelina di cui questo frutto è ricco.

Quanto alla curcuma, nota da secoli alle popolazioni asiatiche e sempre più apprezzata dal mondo scientifico, è antiossidante, antitumorale e rinforza il sistema immunitario, preservandolo dall’attacco di agenti patogeni.

Come ridurre l’appetito integrando nella nostra dieta frutta e verdura per una dieta detox

E’ molto importante inserire nella propria alimentazione quotidiana il consumo regolare di frutta e verdura, in quanto contribuisce a ridurre sia la ritenzione idrica, aiuta a dare il senso di sazietà e serve a ridurre le calorie assunte con la dieta: lo ha spiegato la dottoressa Manuela Pastore dietista dell’ospedale Humanitas. Le verdure da preferire sono quelle crude perché trattengono meno acqua e riducono il senso dell’appetito. Per quanto riguarda la frutta, invece, dovrebbe essere limitata a massimo 2-3 frutti al giorno per evitare gli eccessi di zuccheri. Inoltre, per evitare che le verdure si arricchiscano di calorie, meglio condirle con olio extravergine di oliva crudo, succo di limone e aceto di mele, lasciando da parte altri condimenti. Nell’insalata o nel piatto di verdure crude non dovrebbero mancare gli ortaggi ricchi di acqua come i cetrioli, i ravanelli, la lattuga da taglio.

Per ottenere un’insalata detox dovremmo includere tre ingredienti, quali pomodori da insalata, radicchio rosso e finocchi, perché hanno proprietà depurative e drenanti. Infine, per arricchire l’insalata detox affettare finemente del cavolo verza, rucola e carote che apportano pochissime calorie e sono ricche di acqua. In merito alla frutta, invece, non dovrebbero mancare il melone d’inverno, agrumi come il pompelmo e le arance, le mele granny smith o renette, e frutti di bosco.

Le regole d’oro per “sgonfiarsi” e perdere peso senza sforzi

  • Mangiare lentamente: uno studio inglese, condotto dalla Birmingham University, dopo aver precisato che si ingrassa non solo per i tipi di cibo assunti, ma anche per il modo con cui ci si alimenta, ha dimostrato che masticare a lungo non solo riduce le calorie assunte durante i pasti, ma è un’ottima strategia per ridurre il senso di fame nell’arco della giornata. Per perdere qualche chiletto di troppo, è inutile ricorrere a pillole o prodigiosi gadget per il fitness: iniziate con il masticare ogni boccone per circa 30 secondi. Se si mangia in fretta, non si riesce ad assimilare bene quel che si introduce nell’organismo, la fame non viene colmata e siamo “costretti”a sfogarci su patatine e robaccia varia.
  • Cronometrate i pasti: dobbiamo imparare a mangiare lentamente, masticando a sufficienza, tenendo presente che il cibo non va ingurgitato, ed è preferibile guardare l’orologio prima di sedersi a pranzo, calcolando quei 20 minuti di tempo di durata del pasto, in modo da assaporare ogni singolo boccone.
  • Piatti piccoli: è uno stratagemma psicologico che coinvolge più la vista che il gusto. Complice del dimagrimento, che può arrivare fino a un chilo al mese, è la sensazione di sazietà indotta dall’aver finito tutto ciò che c’era nel piatto.
  • Dormire: per quale motivo chi dorme meno tende a ingrassare? La carenza di sonno spinge il corpo a produrre maggiori quantitativi di grelina, un ormone che stimola l’appetito, mentre viene ridotta la produzione di leptina, che comunica al corpo il senso di sazietà e regola la taglia corporea. Se si dorme poco, il nostro corpo non riesce a capire quando il cibo ingerito è sufficiente e crede che sia necessario ingerirne di più perché la massa corporea appare insufficiente. E’ opportuno fare pasti regolari, andando a dormire preferibilmente sempre alla stessa ora, dormendo minimo 7-8 ore, facendo un sonnellino pomeridiano di 15-20 minuti circa, in modo da tenere stanchezza e stress sotto controllo. Evitate di mangiare per svegliarvi o per tirarvi su quando siete stanchi fisicamente e mentalmente.
  • Attenzione alle porzioni: porzioni troppo abbondanti sono tra i principali responsabili dell’obesità. In base alle tabelle della Società Italiana di Nutrizione Umana si dovrebbero mangiare: 10 gr (olio, burro, margarina), 50 gr (formaggio stagionato, salumi, pane, prodotti da forno, insalate e uova), 100 gr. a crudo (formaggio fresco, legumi freschi), 150 gr. a crudo (pesce, frutta o succo), 200 gr. a crudo di patate e 250 gr. a crudo di ortaggi.
  • Il “trucco” dei vestiti: scegliete un capo d’abbigliamento che “stinge” e, dopo essere riusciti a rientrarvi, tirate fuori dal guardaroba un altro capo, ancora più stretto che , pur piacendovi, siete stati costretti ad “archiviare”. La calma e la fissazione di obiettivi sono degli ottimi stimoli psicologici nella perdita graduale di peso.
  • Attività fisica: camminate con passo svelto, per 60 minuti, almeno 5 volte a settimana. Per il mantenimento del peso perso, bastano 30-45 minuti per 3 volte a settimana. Camminate preferibilmente prima di pranzo in inverno e al mattino in estate. La camminata deve essere sostenuta, ma non a velocità gara (7km orari sono l’ideale, altrimenti scegliete una velocità che siete in grado di mantenere).
  • Idratazione: bevete almeno 8 bicchieri di acqua al giorno, per perdere circa 200 calorie, associando questo al uno stile di vita sano e ad una dieta corretta. Bevendo giornalmente questi quantitativi, si potranno eliminare i prodotti di scarto e le tossine e questi cambiamenti ci faranno da subito sentire meno gonfi , facendoci col tempo perdere anche peso. Oltre a bere acqua, per dissetarci possiamo optare per frullati di verdure, da bere appena dopo averli preparati, sia a colazione che come spuntino, oppure poco prima del pasto principale per saziarci e favorire il dimagrimento.
  • I cibi da evitare: bevande zuccherate (succhi di frutta, tè in bottiglia), bevande gassate, merendine, liquori e bevande alcoliche in genere, va diminuito l’apporto di carboidrati (pane, pasta, riso e patate), frittura al massimo 1 volta a settimana, bandire il consumo di alimenti confezionati, che contengono grassi saturi e conservanti ( patatine, pasti pronti e snack), no a cibi salati e formaggi con troppo sale, no ai cibi in scatola.

Perché seguire la Dieta Mima Digiuno: come dimagrire e rafforzare il sistema immunitario in soli 5 giorni

Come dimagrire con il Digiuno Intermittente: basta un giorno a settimana e poche semplici regole per perdere peso senza sacrifici

Come dimagrire e sgonfiarsi velocemente senza sforzi: bastano piccoli accorgimenti e alcune regole d’oro

Disintossicare l’organismo è fondamentale per tornare in forma e bastano solo due giorni: ecco la Dieta Detox che tutti dovremmo seguire periodicamente

Come sgonfiare la pancia velocemente e accelerare il metabolismo: cosa mangiare, i cibi e le abitudini sbagliate da evitare


Si tenga presente che le informazioni presenti in questa pagina sono di natura generale e a scopo divulgativo e non sostituiscono in nessun caso il parere del medico, il primo punto di riferimento a cui ricorrere per avere informazioni, chiarimenti, e a cui affidarsi per consigli o esami.