Coronavirus, organizzano una festa in una casa vacanze a Roma: no a distanziamento sociale e mascherine, sanzionati 14 ragazzi

14 ragazzi sanzionati a Roma a causa di una festa in una casa vacanze: non rispettavano il distanziamento sociale e non indossavano mascherine

MeteoWeb

I giovani, dopo un anno complicato per tutti, cercano in tutti i modi un modo per potersi divertire, viste le restrizioni a causa dell’emergenza coronavirus. A volte, però, succede che per farlo non rispettano la legge, compiendo gesti sanzionabili, come accaduto ieri a Roma: un gruppo di 14 ragazzi è stato sanzionato a causa di una festa organizzata in appartamento.

Il party si è teuto in una casa vacanze in zona Piazza Navona, ma la musica alta e gli schiamazzi in piena notte non sono passati inosservati e presto sono arrivate diverse pattuglie della Polizia Locale di Roma Capitale, che ha potuto appurare anche il mancato rispetto delle prescriziosi sul distanziamento sociale e delle mascherine. I ragazzi, tra cui anche due minorenni, hanno tentato di nascondersi dentro gli armadi, sul balcone o sotto i letti, senza riuscire però a sfuggire alla polizia: sono stati infatti tutti individuati, identificati e sanzionati. Il titolare della struttura è sotto la lente delle autorità, che sta svolgendo ulteriori approfondimenti di carattere amministrativo.