Maltempo, anche il Veneto si sveglia sotto la neve: fiocchi anche a Venezia, -41,8°C sull’Altopiano di Asiago [FOTO]

Buona parte del Veneto si è risvegliata sotto un sottile strato di neve: imbiancata Venezia con circa 2 cm di accumulo

/
MeteoWeb

Anche buona parte del Veneto si è risvegliata questa mattina sotto un sottile strato di neve.
Si è svegliata imbiancata Venezia con circa 2 cm di accumulo (dati aggiornati alle 8 da Arpav), i Colli Euganei registrano 1,4 cm a Teolo così come buona parte delle località che si affacciano sul Lago di Garda (3,2 cm a Bardolino).
Al momento non si registrano disagi.

Nel capoluogo lagunare si attende un picco di marea di 130 centimetri per le ore 10:30, per il quale è stato attivato il sistema Mose. La Protezione civile regionale ha dichiarato lo stato di attenzione per nevicate dalla mezzanotte fino a domani per pianura, zone collinari e bellunese meridionale. Un avviso di criticità valanghe di grado marcato è stato emesso a partire dalle 10 di oggi, per nevicate con apporti anche superiori ai 30 centimetri su tutto il territorio montano regionale.

Mentre la scorsa notte alla dolina di Campo Magro, sull’Altopiano di Asiago (Vicenza) il termometro ha segnato -41,8°C, record del freddo dovuto all’aria polare che imperversa sull’Italia, le previsioni di Arpa Veneto parlano di fenomeni diffusi, più consistenti sulle zone centro-settentrionali, con neve fino al primo pomeriggio, con accumuli di neve consistenti oltre i 700, 1000 metri anche nei fondovalle prealpini, sulle zone pedemontane e localmente sull’alta pianura. Il fenomeno dovrebbe attenuarsi e cessare a fine giornata.

Per monitorare la situazione meteo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: