SARS-Cov-2, nel Regno Unito individuata anche la nuova variante ‘sudafricana’: “più trasmissibile e già mutata”

Due casi di SARS-CoV-2 nella nuova variante sudafricana individuati nel Regno Unito. L'annuncio del ministro britannico della Salute Matt Hancock

MeteoWeb

La ‘trasformazione’ del coronavirus sta preoccupando la popolazione mondiale. Dopo la scoperta della variante inglese, nonostante gli esperti predichino da giorni che i dati non giustificano l’allarmismo degli ultimi giorni, a preoccupare il mondo intero è la scoperta di un’ulteriore variante, emersa in Sudafrica, dal nome 501.V2. La variante sudafricana sarebbe già in circolazione nel Regno Unito secondo quanto dichiarato dal ministro britannico della Salute Matt Hancock, che ha riferito di due casi tracciati. I due casi riscontrati infatti sono contatti di casi giunti nel Paese dal Sudafrica nelle scorse settimane. Si tratta di “uno sviluppo molto preoccupante“, ha aggiunto il ministro, spiegando che la nuova variante risulta avere una maggiore capacita’ di trasmissione e avrebbe gia’ subito mutazioni.