SARS Cov-2, Pregliasco: “Con la terza ondata insieme al piano vaccino avremo guai seri”

"Perché se in concomitanza con l'avvio del piano vaccini avremo una terza ondata pesante, saranno guai seri"

MeteoWeb

“Dobbiamo riuscire a ridurre i numeri dell’epidemia di Covid-19 in Italia in modo consistente, anche per prepararci bene a quella che sarà la campagna vaccinale contro il coronavirus Sars-CoV-2. Perché se in concomitanza con l’avvio del piano vaccini avremo una terza ondata pesante, saranno guai seri“. E’ questo l’allarme lanciato da Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università degli Studi di Milano, che all’Adnkronos Salute spiega come “ormai questa malattia si è così diffusa che riusciremo a contenerla solo se la vaccinazione avrà successo”. “Non a caso sul vaccino anti-Covid c’è un interesse geopolitico tanto importante”, osserva l’esperto.

E’ così “perché la nazione che per prima raggiungerà l’immunità di gregge sarà anche la prima a uscire da questo tunnel e a ripartire“, chiosa il medico. Quanto alla possibilità di ripensare al divieto di spostamenti fra Comuni nei giorni clou delle feste di Natale, secondo Pregliasco “la questione va trattata con buonsenso. E’ vero che chi abita in grandi città come Roma o Milano può girare per chilometri e chilometri all’interno dello stesso Comune, mentre chi vive in un piccolo paese magari il centro commerciale ce l’ha al di là della strada in un altro Comune. Quindi va bene applicare il buonsenso magari per correggere qualche incongruenza, ma attenzione: non dobbiamo ridicolizzare il Dpcm, perché il Dpcm ci dice sostanzialmente che ogni contatto è un rischio e non dobbiamo perdere il senso del provvedimento”.