“Il Covid assassino lo ha vinto”, il dolore di Lina Sastri: morto per coronavirus il fratello dell’attrice

Morto per Covid a 73 anni il fratello di Lina Sastri: il dolore della famosa attrice italiana dopo la scomparsa di Carmine

MeteoWeb

Mio fratello Carmine ci ha lasciato. Il covid assassino lo ha vinto“, con queste parole Lina Sastri ha annunciato sui social la morte del fratello. L’attrice italiana ha voluto omaggiare Carmine con delle parole dolcissimi, ma piene di dolore: “Ma Carmine non può morire. É indimenticabile. Era un Re. Un gigante. Un Eroe romantico. Ogni immagine di bellezza lo rispecchierà. Ogni nota di Mozart farà risuonare la sua felicità.. Ogni brillante ispirazione lo risveglierà. Ogni rischiosa azione lo ricorderà. E creerà un ristorante in cielo. Carmine non può morire. È indimenticabile“, ha aggiunto su Instagram la 67enne. Carmine, fratello maggiore della famosa attrice, aveva 73 anni ed è morto nelle scorse ore a causa del Covid. L’uomo risultato positivo a fine dicembre non è riuscito ad avere la meglio sul virus.

Chi era Carmine

Il fratello di Lina Sastri era un imprenditore: dopo aver girato  l’America è volato in Germania dove ha aperto una sua prima attività, nella città di Hannover. Spostatosi a Londra, Carmine ha aperto anche lì nuovi locali e successivamente sono seguite le aperture di attività anche a Capri e Napoli, dove è nato Il Bagatto, considerato il primo locale gay della città e La Ninetta, molto frequentato da attori, artisti e musicisti amici della sorella Lina.