Nonno Ciccio sconfigge il coronavirus a quasi 100 anni con “i dolci della sua pasticceria preferita”

Farmaci e... pasticcini: ecco come Nonno Ciccio ha sconfitto il coronavirus, negativizzandosi dopo oltre un mese e mezzo

MeteoWeb

Non solo storie tragiche: durante la pandemia, fortunatamente, sono tanti i racconti che regalano speranza, ottimismo e un dolce sorriso. Oggi raccontiamo la storia di Nonno Ciccio, risultato positivo al coronavirus più di un mese e mezzo fa: classe 1921, compirà 100 anno il primo marzo e ha vinto la sua battaglia contro il Covid, negativizzandosi dopo un mese e mezzo. Francesco Saraceno, questo il suo nome, è foggiano e prima di vincere la sua lotta contro il coronavirus ha superato la la Seconda Guerra Mondiale e un lungo periodo di prigionia in Libia dove ha perso una gamba. Il nipote Pietro Fioretti, che è stato al fianco del nonno per utto il tempo della sua quarantena, ha raccontato come Nonno Ciccio ha ‘ucciso’ il coronavirus: “Si e’ ammalato di Covid il 19 novembre scorso, il Coronavirus si e’ manifestato con tosse e dolori muscolari. Nonno Ciccio oltre ai farmaci si e’ curato soprattutto con i dolci della sua pasticceria preferita. E’ un gran golosone”, hanno raccontato i nipoti. Nonno Ciccio è quindi stato fortunato a non perdere il gusto e ha potuto mangiare i suoi pasticcini preferiti e la crema al latte che tanto ama.