Nuovo Dpcm, terminato il vertice tra Conte e i capidelegazione: arriva la stretta movida, tutti i dettagli

MeteoWeb

E’ terminato il vertice tra il premier Conte e i capidelegazione di maggioranza sulle nuove misure anti-Covid. Trapelano le prime indiscrezioni sulle novità che potrebbero presto entrare in vigore a partire dal termine della scadenza del vecchio Dpcm, ovvero il 15 gennaio.

Spostamenti

Secondo i primi rumors sembra che il Governo stia pensando di allungare il divieto di spostamento tra Regioni anche in giallo. Verrà prorogata la ‘norma Bonafede’ sul divieto di spostamento tra Regioni anche nelle zone gialle. E’ una delle disposizioni, spiegano fonti di governo, che l’esecutivo si appresta a inserire nel nuovo Dpcm che verrà varato la prossima settimana

Stretta movida

Il Governo sta studiano una nuova stretta movida, che prevede anche il divieto di asporto per bar dopo le 18.00. Con il nuovo Dpcm che il governo si appresta a varare la prossima settimana ci sarà un stretta sulla movida, con il divieto di asporto per i bar dopo le 18. Lo riferiscono fonti di governo al termine dell’incontro tra il premier Conte e i capi delegazione di maggioranza.

Zona arancione

Ipotesi di passaggio in arancione anche con Rt basso se rischio alto. E’ stata discussa l’ipotesi di un passaggio in zona arancione per le Regioni anche in presenza di un Rt basso se il rischio contagi, così come indicato dai 21 parametri presi in considerazione in questi, casi dovesse rimanere sempre alto. Nella riunione, spiegano le stesse fonti, non è stata ancora presa una decisione sulla questione della zona arancione da estendere ‘in automatico’ durante i week end. Domani è previsto il confronto con le Regioni sul nuovo Dpcm.

Zona Bianca

Il Governo sta studiando i criteri per definire questa nuova zona bianca, quella che in caso di Rt basso consentirebbe un sostanziale ritorno alla normalità.

Visite

Si va verso la proroga delle visite private di due persone esclusi under 14.

Impianti sciistici

Gli impianti di risalita delle piste da sci resteranno ancora chiusi; di una loro eventuale riapertura “non si è parlato nemmeno tanto”. Lo riferiscono fonti di governo al termine dell’incontro tra il premier Conte e i capi delegazione convocato per fare il punto sul Dpcm con le nuove misure anti Covid da varare la prossima settimana.