Le piste di pattinaggio sul ghiaccio più belle d’Europa

Che sia quella a due piani di Vienna o quella sul direttamente sul Mar Baltico, la perla art nouveau di Parigi o la pista tra i musei di Amsterdam, i veri appassionati non possono lasciarsi sfuggire le piste di pattinaggio sul ghiaccio più belle d’Europa

MeteoWeb

Le temperature pungenti regalano un’emozionante attività ogni inverno quella del pattinaggio sul ghiaccio.
E non importa che sia su piste naturali o artificiali, all’aperto o al chiuso, i veri appassionati non possono lasciarsi sfuggire l’occasione di provare l’ebbrezza di scivolare sul ghiaccio di una delle piste di pattinaggio sul ghiaccio più belle d’Europa come ad esempio: quella di Parigi in stile art nouveau, quella che prende il nome di “sogno di ghiaccio” a Vienna o quella estone che sorge direttamente sulle acque del Mar Baltico.

A Parigi nel Grand Palais des Glaces

Grand Palais des GlacesStilando una lista delle più belle piste di pattinaggio d’Europa non si può non partire dal grande palazzo di ghiaccio di Parigi.
Le Grand Palais des Glaces fu costruito in occasione dell’Esibizione Universale del 1900 per mostrare al mondo intero la magnificenza dell’architettura francese.
Oltre ad essere una delle più antiche questa pista è anche la più grande pista di pattinaggio su ghiaccio indoor del mondo che riserva ai suoi visitatori non solo la magia del ghiaccio e quella della magnifica struttura in vetro e acciaio ma anche quella dei vicinissimi Champs-Èlysées, da cui si passa prima di accedere alla pista.

Pattinare sul ghiaccio è diventata un’attività molto popolare in Francia e per stare al passo con i tempi ogni sera durante l’apertura notturna nel Grand Palais des Glaces vi sono eventi speciali e spettacoli di luci accompagnati dalle performance di rinomati DJ, party che prendono il nome di Les Nocturnes.

Il “sogno di ghiaccio” di Vienna

Wiener-EistraumWiener Eistraum è questo il nome della pista situata in Rathaus Platz, la piazza del Municipio di Vienna e il suo nome si può tradurre con “sogno di ghiaccio”, proprio a ribadire come si tratti inequivocabilmente di una delle piste di pattinaggio sul ghiaccio più belle d’Europa.

Vienna è il regno dell’inverno per eccellenza e con 8000 metri quadrati di pista e un percorso attraverso il parco la Wiener Eistraum si configura piuttosto come due piste differenti che sono unite tra di loro da alcuni passaggi al di sopra dei quali passa un ponte per coloro che pur non pattinando non vogliono mancare una passeggiata suggestiva sulle piste.

Il sogno di ghiaccio di Vienna è una delle piste di pattinaggio su ghiaccio sintetico all’aperto più vaste esistenti al mondo e la pista si sviluppa addirittura su due livelli. Un’attrazione particolare, infatti, è lo Sky Rink, una terrazza di pattinaggio al primo piano con una rampa lunga ben 120 metri.

In Italia nel Courmayeur Forum Sport Center

sala cristalli courmayeurRimanendo all’interno dei confini Italiani, il Courmayeur Forum Sport Center in Val d’Aosta è indubbiamente una delle piste di pattinaggio sul ghiaccio più belle d’Europa.
La pista è aperta tutto l’anno tranne che nel mese di maggio e si compone di un anello di 60×30 metri circondato da 3000 posti a sedere.
Dagli spalti si può assistere agli allenamenti di molti atleti nazionali e internazionali che qui si svolgono, infatti sebbene il pattinaggio in Italia non sia uno sport molto diffuso, qui alcuni atleti italiani pluripremiati del pattinaggio di figura e dell’hockey su ghiaccio si provano nei loro allenamenti e in gare nazionali e internazionali.

Il Courmayeur Forum Sport Center è un centro sportivo, complessivamente di 180 metri quadrati e oltre a pattinare si può praticare il tennis, il calcio a 5, il golf indoor, lo squash, lo skatebord, lo spinning, il pilates, la danza moderna, e molti altri; inoltre, è dotato anche di un magnifico Ice Bar.

L’Eden Project in Cornovaglia

Somerset HouseNel Regno Unito pattinare durante le vacanze è diventata una tradizione e le piste appaiono in tutto il paese e in qualsiasi tipo di location, a Londra ogni quartiere della metropoli ha una sua pista, di queste una tra quelle che è consigliabile visitare è la Somerset House che prende il nome proprio da uno degli edifici più suggestivi della città all’ombra del quale prende posto.

eden project cornovagliaNella zona sud occidentale del Regno Unito in Cornovaglia si pattina invece all’Eden Project, un ambiente magico circondato da alberi, piante e luci colorate.
Infatti, oltre che una pista su ghiaccio l’Eden Project ospita anche due bio-domes, due serre nelle quali vengono coltivate oltre 100.000 piante provenienti da tutto il mondo e da climi del tutto diversi, da quello mediterraneo a quello tropicale, senza dimenticare il “Giardino” situato all’esterno occupa i ¾ dell’intera superficie del complesso e ospita anche installazioni artistiche e didattiche che consentono ai visitatori di scoprire le caratteristiche delle piante che qui vegetano durante tutto l’anno.

Il palaghiaccio è stato costruito nel 2004 e accoglie 100.000 pattinatori ogni anno che solcano la pista anche grazie ai corsi di pattinaggio offerti ai piccoli ma anche ai grandi e ai disabili.

Pattinare sul Mar Baltico in Estonia

Vaike Viik estoniaAd Haapsalu, una piccola cittadina estone che si trova a un centinaio di chilometri da Tallin si trova un piccolo lago, il Vaike Viik, che durante la stagione invernale si congela diventando una bellissima pista da pattinaggio naturale che regala un’esperienza davvero suggestiva perché non è certamente da tutti i giorni pattinare sul Mar Baltico.

Nei mesi invernali, infatti, le coste del Mar Baltico si ghiacciano e il piccolo lago della città che si collega alla baia offre ai pattinatori più avventurosi la possibilità di cimentarsi con quest’emozione unica.
Già, perché pattinare su questo mare di ghiaccio naturale diventa quasi uno sport estremo, infatti, è bene verificare quali sono le condizioni della pista e la qualità del ghiaccio oltre a ricordarsi che si tratta di una pista per pattinatori di livello almeno intermedio che risulta sconsigliata per chi soffre di problemi di salute.

Altri sport estremi che vengono qui praticati sono lo scii di fondo sul ghiaccio e l’ice-sailing, inoltre la pista oltre ad avere accesso gratuito, rimane aperta al pubblico 24 ore al giorno grazie anche alla sapiente illuminazione notturna messa a disposizione degli sportivi.

Scivolare sul ghiaccio dei Paesi Bassi

FlevOniceAlcune tra le piste di pattinaggio sul ghiaccio più belle d’Europa si trovano nei Paesi Bassi: la FlevOnice di Biddinghuizen è stata inaugurata nel 2007 per volere di una famiglia con la passione per il pattinaggio e per l’Ice Skating Tour. Oggi la pista è lunga 3 chilometri ed è dotata di un parco giochi, di un ristorante e di una pista per go-kart.

In Olanda durante la stagione invernale il pattinaggio è diventato uno dei principali divertimenti tanto che anche le scuole prevedono alcuni giorni di ice-holidays, le vacanze del ghiaccio che prevedono anche la partecipazione all’Ice Tour che coinvolge ben 11 città olandesi per una totalità di 200 chilometri di piste.

Museumplein pattinaggioAnche ad Amsterdam non potevano mancare le piste per pattinare e anche se pattinare direttamente sui canali non è sempre possibile poiché non tutti gli anni si raggiungono le temperature necessarie per pattinare in sicurezza, sono offerte agli abitanti e ai visitatori altre possibilità.
Ad esempio, si può pattinare nella piazza dei musei di Amsterdam, Museumplein, circondati dal Museo Van Gogh, dal Municipio e da altri monumenti storici della città.