Previsioni Meteo, ondata di maltempo “autunnale” nel weekend: piogge e temporali ma senza freddo nè neve

Previsioni meteo: dopo qualche giornata all'insegna di una moderata alta pressione da Ovest, il flusso perturbato atlantico si farà nuovamente sentire con venti forti e instabilità via via più accesa su gran parte delle regioni. Ecco i dettagli fino a domenica

MeteoWeb

Una moderata alta pressione oceanica si è già fatta strada sul Mediterraneo centrale e sull’Italia, portando un ampio soleggiamento su diverse regioni, ma non in grado di impedire influenze instabili secondarie come, in queste ore, sui settori alpini, localmente tra le isole maggiori, Nord Appennino e sul basso Adriatico. Anche per i prossimi giorni ci saranno delle interferenze umide atlantiche con qualche pioggia sulle regioni tirreniche, soprattutto centro-meridionali, e ancora addensamenti  con precipitazioni sulle Alpi, tuttavia, fino a giovedì 28 è attesa una maggiore prevalente stabilità. Da venerdì 29 gennaio, invece, il tempo è previsto cambiare in maniera più significativa. Nella sostanza, il promontorio anticiclonico verrà nuovamente attaccato da flussi instabili oceanici i quali torneranno a prendere via via il sopravvento. Una prima più intensa perturbazione atlantica, riuscirà a sfaldare il già debole promontorio anticiclonico nel corso di venerdì 29 gennaio, andando a interessare più direttamente le regioni centrali tutte e quelle del basso Tirreno, dove arrecherà rovesci e temporali localmente forti. Piogge diffuse anche sul medio-alto Adriatico in mare e sul Friuli-Venezia Giulia, fenomeni più deboli sulle aree adriatiche centro-meridionali. Precipitazioni e nevicate, ma queste a quote medio-alte per un aumento termico, anche sui settori alpini, andrà meglio sul resto del Sud, sulle aree ioniche e sulle isole maggiori.

Per la giornata di sabato 30, tempo migliore e più soleggiato al mattino, ma una nuova perturbazione è attesa nel  pomeriggio e soprattutto la sera verso il Centro Nord, con molte piogge e temporali in particolare sulla Toscana, forti sulla Liguria, sull’Emilia, sulla Lombardia meridionale, e precipitazioni diffuse su tutta la Pianura Padana, centro Sud Piemonte, localmente al Nordest e su Alpi. Infine, nella notte su domenica e poi nella giornata festiva, il maltempo si trasferirà anche al Lazio, alla Campania, poi diffusamente al Sud, entro sera, con rovesci e temporali anche su queste regioni spesso forti. Ancora piogge e rovesci sull’Emilia-Romagna e al Nordest in mattinata, poi via via in miglioramento nelle ore pomeridiane. Il maltempo di matrice atlantica atteso verso il weekend prossimo, sarà associato a una ventilazione occidentale spesso forte, soprattutto sui bacini, ma anche sulle aree peninsulari, in un contesto termico che vedrà un generale aumento delle temperature, rispetto ai valori attuali, anche aumento sensibile, nell’ordine di 8/10°C  sull’intero territorio nazionale e con valori che si porranno di 5/7°C sopra la media tipica del periodo.

Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: