SARS-CoV-2: in Irlanda scuole chiuse fino a fine gennaio, bar e ristoranti non riaprono prima di marzo in Svizzera

L'Irlanda ha deciso di prolungare la chiusura delle scuole, in Svizzera bar e ristoranti chiusi almeno fino a fine febbraio a causa dell'emergenza coronavirus

MeteoWeb

Il coronavirus ha colpito il mondo intero, senza distinzioni di età, sesso o etnia. Ogni paese, poi, ha deciso in maniera autonoma come affrontare l’emergenza Covid, tra chiusure, lockdown, misure restrittive e tanto altro. L’Italia si prepara ad una lenta riapertura, con le scuole che riprenderanno l’attività a partire già da domani, anche se non in tutte le Regioni, ma c’è chi invece prolunga ancora a lungo le chiusure.

L’Irlanda ha infatti deciso di mantenere chiuse le scuole e chiudere i progetti di costruzione non essenziali “almeno fino a fine gennaio”, come affermato dal Taoiseach, Micheal Martin. “Dobbiamo affrontare il prossimo mese con ferrea determinazione. Potremmo ora entrare nella fase più impegnativa di tutte. Le decisioni personali che prendiamo influenzeranno direttamente quante altre persone si ammalano e quante muoiono, a meno che tu non sia coinvolto in un lavoro assolutamente essenziale, non hai motivo di essere lontano da casa tua“.

Decisioni ancora più dure invece in Svizzera: bar e ristoranti resteranno chiusi almeno fino a fine febbraio. Non è ancora confermata questa decisione, ma è la proposta fatta oggi dal Consiglio federale, ma la decisione definitiva verrà presa il prossimo 13 gennaio. A partire da sabato intanto non ci saranno più eccezioni a livello cantonale: l’obiettivo è quello di mantenere in vigore le misure adottate lo scorso 18 dicembre per altre 5 settimane. Non solo bar e ristoranti chiusi quindi, ma anche strutture per la cultura, il tempo libero e lo sport.  “Non si tratta di una decisione, ma dell’apertura di una consultazione con i Cantoni”, ha sottolineato il capo del Dipartimento federale dell’interno (DFI) in conferenza stampa.