SARS-CoV-2, le ultime news dal Mondo: nuovi record di vittime e contagi in America Latina

Oltre 97 milioni i contagi totali di SARS-CoV-2 confermati nel Mondo dall'inizio della pandemia, le guarigioni sono salite a 53.699.726

MeteoWeb

Sono oltre 97 milioni (97.476.740) i contagi totali di SARS-CoV-2 confermati nel Mondo dall’inizio della pandemia: lo riporta la Johns Hopkins University nell’ultimo aggiornamento. Le vittime a livello globale sono 2.088.799, mentre le guarigioni sono salite a 53.699.726.

In Brasile ieri è stata un’altra giornata con oltre mille morti per Covid-19: le vittime nelle ultime 24 ore sono state 1.335, che fanno salire il bilancio totale a 214.228. Quasi decuplicati i decessi in Amazzonia, rispetto a dicembre: sono passati da 12 a 118 in media al giorno. I nuovi contagi da Coronavirus nel Paese sono stati 59.946 in 24 ore, per un totale di 8.699.814 dall’inizio della pandemia.

La Bolivia ha registrato nelle ultime 24 ore il numero più alto di morti della seconda ondata: 54 decessi su oltre 2mila nuovi contagi. Il numero totale delle vittime nel Paese ammonta a 9.818 da marzo scorso a oggi, secondo i dati del Ministero della Salute. Il numero più elevato di decessi giornalieri nel corso di tutta la pandemia è stato registrato a settembre scorso, durante la prima ondata (102).

colombiaLa Colombia ha superato la soglia dei 50mila morti per la pandemia: lo ha reso noto il Ministero della Salute. L’ultimo rapporto quotidiano ha segnalato il decesso di 395 contagiati, per cui il numero totale dei morti da marzo è salito a quota 50.187. Per quanto riguarda invece i contagi, i positivi delle ultime 24 ore sono stati 15.366, portando il bilancio a 1.972.345. Le zone più colpite dalla pandemia sono Bogotá (576.011 casi), Antioquia (312.640), Valle del Cauca (159.546) e Atlantico (108.352).

Il Messico ha registrato un nuovo record di morti e contagi, secondo le autorità sanitarie locali: nelle ultime 24 ore sono stati conteggiati 1.803 decessi, portando il bilancio totale delle vittime a 146.174 nel Paese con 128 milioni di abitanti. Solo gli Stati Uniti, il Brasile e l’India hanno registrato più morti per Covid-19. Il numero di nuovi contagi tra mercoledì e giovedì si è attestato a 22.339, portando il totale a oltre 1,711 milioni dall’inizio della pandemia.

L’Argentina ha registrato nelle ultime 24 ore 11.396 casi e 142 decessi, con un numero complessivo che sale rispettivamente a 1.843.077 e 46.355 dall’inizio della pandemia. La provincia di Buenos Aires resta la più colpita, seguita dalla capitale e dalla provincia di Santa Fe.

Anche la Germania ha superato la soglia dei 50mila morti dall’inizio della pandemia di Coronavirus: lo ha comunicato l’Istituto Robert Koch nel bollettino quotidiano.

La Cina ha registrato oggi un calo di contagi giornalieri, 103 contro i 144 di ieri: l’area più colpita rimane l’estremo nord-est dello Heilongjiang, che conta 47 nuovi contagi, seguita dalla provincia nord-orientale del Jilin e dall’Hebei che confina con la capitale cinese, dove l’ultimo aggiornamento segnala la presenza di tre nuovi contagi.
Secondo l’ultimo bollettino della Commissione Nazionale per la Sanità cinese sono 119 i nuovi casi di infezione asintomatica, conteggiati separatamente rispetto al totale dei casi accertati, in lieve aumento rispetto a 113 di ieri. Dall’inizio dell’epidemia sono 88.804 i contagi da Covid-19 in Cina, mentre i morti sono 4.635.
Pechino ha lanciato test di massa contro il nuovo Coronavirus nei distretti centrali di Dongcheng e Xicheng, dove vivono circa 1,8 milioni di persone, a poche settimane dalle festività del Capodanno cinese: la campagna nei due distretti centrali della capitale cinese, avviata oggi, durerà fino a domani. Nei giorni scorsi, Pechino aveva già lanciato test di massa nei distretti di Daxing, a sud della città, dove vivono 1,71 milioni di persone, e di Shunyi, nel nord-est su 1,23 milioni di residenti.