Tanti medici con dubbi sul vaccino anti-Covid, l’immunologa Viola: “ricevo centinaia di mail”

Pareri contrastanti sul vaccino anti-Covid: l'immunologa Viola segnala i dubbi dei medici, l'epidemiologo Lopalco risponde duramente

MeteoWeb

Nonostante la campagna di vaccinazione contro il coronavirus sia iniziata da qualche settimana sono in tantissimi a manifestare ancora dubbi e tra questi ci sono tantissimi medici. A rivelarlo è stata l’immunologa Viola, che intervenuta in un webinar proprio sul vaccino contro il Covid-19 ha spiegato: “da dicembre, quando è partita la vaccinazione anti-Covid, sto ricevendo centinaia di mail e sono tutte di medici. Mi scrivono per i loro dubbi sui vaccini e che non sono certi di vaccinarsi, mi fanno domande a proposito di loro dubbi e su come rapportarsi con i pazienti. I quesiti più frequenti sono due: gli effetti collaterali e quali categorie bisogna include ed escludere“, ha affermato.  “Sono persone che si sono lette i trial clinici della Pfizer e argomentano molto bene ma hanno bisogno di risposte chiare perché sono quelli che devono poi indirizzare i pazienti verso le immunizzazioni. Bisogna lavorare sulla comunità medica e stare attenti con la comunicazione che facciamo in questo periodo altrimenti vengono commessi errori difficili da riparare“, ha concluso l’immunologa Viola.

Il duro parere di Lopalco

I dubbi sul vaccino ci sono e ci sono purtroppo negli operatori sanitari. Legati a fattori di percezione ma soprattutto ad ignoranza. Se sento un medico che mi confonde l’Rna messaggero con il Dna la faccenda è grave. Poi ci sono dubbi sul fatto che il vaccino possa essere un prodotto genetico che è stato sperimentato velocemente. Esiste, sul vaccino anti-Covid, una profonda ignoranza. Saremo molto aiutati in questa prima fase perché stiamo vaccinando in corso di pandemia il problema sarà affrontare quello che accadrà dopo, in estate, quando probabilmente l’ondata epidemica calerà e con essa anche l’attenzione mediatica e vaccinare diventerà più complicato. Quello che sta accadendo oggi non l’ho mai visto: medici che facevano ressa per essere vaccinati per primi. Sappiamo, dagli anni passati che verso le vaccinazioni generali c’è un certa resistenza da parte dei medici, ma oggi abbiamo avuto coperture altissime negli ospedali“, ha affermato invece Pier Luigi Lopalco, epidemiologo e assessore alla sanità della Regione Puglia nel suo intervento al webinar ‘Vaccine Hesitancy Forum Covid-19’ organizzato dal Centro interdipartimentale per l’etica e l’integrità nella ricerca del Cnr.