Il Coronavirus, la guerra e Mario Draghi: interpretate altre Centurie di Nostradamus sulle sorti dell’Italia e dell’Europa

Ma Nostradamus ha davvero previsto tutto? Secondo gli esperti delle sue quartine sì: persino Mario Draghi apparirebbe in alcune Centurie scritte cinque secoli fa

MeteoWeb

Nostradamus ha previsto davvero tutto? Secondo gli appassionati delle sue profezie, sì. O meglio: ha previsto tutti gli eventi importanti per il pianeta e per le singole nazioni. Dalle Torri Gemelle, agli attacchi terroristici di Parigi, dalla pandemia di Covid-19 ad un presunto sbarco sulla Luna nel 2021. Matteo Ciuffreda, esegeta di profezie medievali, ha condiviso con la redazione di MeteoWeb l’ultimo dei suoi studi interpretativi tratto dalle Centurie di Nostradamus, spiegando che nelle Centurie analizzate ha visto “riferimenti all’attuale nomina del professor Draghi a Presidente del Consiglio dei Ministri“.

Ricordiamo che le profezie di cui parliamo sono divise in quartine, scritte dall’astrologo francese cinque secoli fa. Si tratta di brani soggetti a interpretazione, in quanto intrisi di simboli e allusioni più o meno dirette.

Ecco le due Profezie che, secondo Ciuffreda, sono specificamente riferite a questi orribili anni di sofferenze per l’ intero Pianeta. Come spiega l’esegeta, si tratta di Quartine molto legate alle Apparizioni Mariane di Garabandal, in Spagna, avvenute dal 1961 al 1965 alla presenza di quattro bambine, sulle quali è stato prodotto anche un film, “Garabandal: solo Dio lo sa“. Queste apparizioni erano più che altro un ‘avvertimento’ su un evento che avrebbe colpito tutta l’umanità, della durata di 600 giorni. Inoltre, le quartine in questione sarebbero legate anche ai Sogni di Don Bosco .

Garabandal – scrive Ciuffreda – è detta anche la Fatima spagnola, e collegata secondo mie ricerche a Medjugorjie. La mia attenzione durante questo mese è partita dall’analisi del termine “Dragon” in francese, e Draco in latino, lingua usata anche dal veggente provenzale Michel de Notredame. Infatti nelle 10 Centurie di Nostradamus il Drago è associato ad un mostro alato: il Drago o serpente alato o animal ailè – moustre ailè (mostro alato), chiamato anche serpente alato- reptilè ailè. Il Drago è presente in tantissimi racconti mitologici medievali, da Ladone in Grecia, il Dio serpente Maya Quetzalcoati, Niohogge nella mitologia norrena, Drag-ayami nell’indiano antico. Lo troviamo anche come il Serpente Uroboro, dalla lingua copta “Ouro” uguale Re, e “Ob” uguale “Serpente/Drago”. Nella tradizione alchimistica l’Uroboro rappresenta il Re serpente, cioè il potere che divora. Lo troviamo rappresentato nella tomba di Tutankhamon, come il Dio serpente Mehen. Anche Omero cita il drago come un serpente con ali, zampe e acuta vista, agile, forte come un leone. Il Vello d’Oro è sorvegliato da un drago, e anche nel mito di Ercole i draghi “IDRE” con più teste . L’etimologia del nome drago è legata al verbo greco “DERKESTHAI”, cioè ‘guardare’, per lo sguardo di queste bestie dalla vista acuta e allungata (indiano dragh-ayami).

Infine nel nuovo testamento, precisamente nell’Apocalisse di San Giovanni Apostolo, vi è il famoso Drago Rosso con sette teste e 10 corna, essere malefico, infido, vile che simboleggia il diavolo”.

Nostradamus – prosegue Ciuffreda – nella sua precisa analisi parla di “Beste” infatti nella C.I Q. 45, e addirittura di “Bestes – Pourceau” nella C.I Q.64 e C.III Q. 44 (Ogni riferimento a persone è puramente nostradamico). Ma le due profezie attuali sono, secondo il mio studio, la C. VIII Q.74 :

ENTRERA’ NELLE NUOVE TERRE E SI FARA’ AVANTI IL NUOVO RE
MENTRE SUBITO I SUOI AMMIRATORI GLI FARANNO GRANDE ACCOGLIENZA
LA SUA PERFIDIA (da drago) , TALE GLI SI RITORCERA’ CONTRO.
DAI CITTADINI DEL LUOGO AVRA’ FESTE ED ACCOGLIENZE

Credo che non ci sia da commentare“, conclude in cale Ciuffreda alludendo al recentissimo insediamento, nel governo italiano, di Mario Draghi. “Collegata a questa profezia – prosegue l’esegeta – vi è la C.IX Q. 55. In questa quartina però, oltre che dell’epidemia del Covid, si parla anche di una guerra, proprio in Occidente:

L’HORRIBLE GUERRE QU’EN L’ OCCIDENT S’APPRESTE

Quando è in corso una pestilenza

Così forte ed orribile che non sfuggiranno giovani, vecchi“.

In quest’ultimo passo, secondo Ciuffreda, l’astrologo si riferisce sia all’epidemia che alla guerra. “Speriamo che questa profezia non si verifichi“, conclude l’esperto e appassionato di profezie di Nostradamus. E noi, che siamo affascinati da Nostradamus ma abbiamo un approccio più scientifico e meno fatalista rispetto ai grandi eventi del mondo, siamo fiduciosi e speriamo insieme a Matteo Ciuffreda che non accada nulla di tutto questo.