Coronavirus, il Regno Unito fuori dall’incubo: indice Rt scende sotto 1, allentate le misure. Già vaccinati in 19 milioni

Coronavirus, migliora di giorno in giorno la situazione nel Regno Unito: oggi meno di 10 mila nuovi casi su 740 mila tamponi, l'indice Rt è crollato sotto 1

MeteoWeb

Cala l’allerta Covid nel Regno Unito dopo quasi due mesi di lockdown nazionale seguito all’impennata di contagi alimentata dall’aggressiva ‘variante inglese’ del virus. Lo hanno deciso chief medical officers delle quattro nazioni del Regno (Inghilterra, Scozia, Galles, Irlanda del Nord) portandola dal livello massimo 5 al livello 4 in tutti i territori del Paese. L’indicazione raccoglie le raccomandazioni riviste periodicamente dai consulenti governativi del Joint Biosecurity Centre, che avevano lanciato lo stato d’allerta massima il 4 gennaio poco prima della formalizzazione del terzo lockdown nazionale. Già da un paio di settimane, l’indice Rt di diffusione del contagio da Covid nel Regno è tornato del resto ovunque sotto la soglia di rischio 1, mentre i dati giornalieri di oggi confermano un calo dei nuovi casi e dei morti nelle 24 ore rispettivamente a meno di 10.000 (su un picco di 740.000 tamponi) e a 323; oltre che un’accentuazione della tendenza a una diffusa diminuzione dei ricoveri in ospedale. Parallelamente si segnala l’ulteriore accelerazione delle vaccinazioni, con ormai 18,7 milioni di prime dosi somministrate nel Regno ad altrettante persone e oltre 700.000 richiami.