Global Warming, Bill Gates: “Per risolvere il problema i paesi ricchi dovrebbero mangiare solo carne sintetica”

La carne sintetica al 100%, secondo Bill Gates, sarebbe la soluzione ai problemi legati al clima, come il Global Warming

MeteoWeb

Bill Gates e sua moglie Melinda hanno fondato la Bill and Melinda Gates Foundation, specializzata in diversi progetti di salute pubblica e, tra le altre cose, nella ricerca sui cambiamenti climatici. Il filantropo miliardario ha suscitato scalpore su Twitter dopo aver affermato nel suo nuovo libro che i paesi ricchi dovrebbero mangiare solo carne sintetica al 100%. Nel suo nuovo libro “Come evitare un disastro climatico: le soluzioni che abbiamo e le scoperte di cui abbiamo bisogno“, il fondatore di Microsoft discute i modi per affrontare il cambiamento climatico, uno dei quali è il passaggio alla carne sintetica per ridurre le emissioni di metano. L’idea è che i gas che i bovini e gli ovini rilasciano eruttando o espellendo i gas possano essere ridotti frenando il consumo di carne bovina.

“Penso che tutti i paesi ricchi dovrebbero passare al manzo sintetico al 100%“, ha detto Bill Gates a Technology Review.
“Ci si può abituare alla differenza di sapore e anzi la certezza è che avrà un sapore ancora migliore nel tempo. Nel tempo, quell’agire ‘green’, sebbene sembri poco, sarà in grado di cambiare il comportamento delle persone. Per l’Africa e altri paesi poveri, dovremo utilizzare la genetica animale per aumentare drasticamente la quantità di emissioni di carne bovina“, ha detto.

Nel frattempo, lo stesso Gates viene spesso criticato per il consumo di carbonio. Un nuovo rapporto su The Nation lo colloca tra i maggiori emettitori del mondo, analizzando il fatto che vive in una villa di oltre 6 mila metri quadrati alla periferia di Seattle e il suo jet privato consuma oltre 1800 litri di carburante per ogni ora di volo. In un’intervista con Technology Review, Gates ha affermato che sono stati necessari diversi passaggi, incluso l’acquisto di carburante per aerei pulito, per compensare le proprie emissioni.