Russia, “nevicata apocalittica” a Mosca: mai così tanta neve da marzo 2013, si potrebbe superare il record del 1956 [FOTO]

Una "nevicata apocalittica" ha sepolto Mosca sotto una coltre di neve: nella capitale russa non cadeva tanta neve dal marzo 2013

  • Foto Sergei Ilnitsky / Ansa
    Foto Sergei Ilnitsky / Ansa
  • Foto Sergei Ilnitsky / Ansa
    Foto Sergei Ilnitsky / Ansa
  • Foto Sergei Ilnitsky / Ansa
    Foto Sergei Ilnitsky / Ansa
  • Foto Sergei Ilnitsky / Ansa
    Foto Sergei Ilnitsky / Ansa
/
MeteoWeb

Una “nevicata apocalittica“, come è stata definita dai meteorologi e dai media locali, ha sepolto Mosca sotto una coltre di neve alta 56 cm che ha paralizzato il traffico e costretto alla cancellazione di decine di voli.
Nella capitale russa non cadeva tanta neve dal marzo 2013 e si potrebbe battere il record di 60 cm stabilito nel 1956, ha spiegato un portavoce del centro meteorologico Fobos all’agenzia Ria Novosti.
Secondo le previsioni, la nevicata inizierà a diminuire di intensità sabato sera ora locale: a quel punto la temperatura scenderà a -14? e le raffiche di vento raggiungeranno i 18m/s.
Nevicate di questa portata sono associate al potente ciclone balcanico Volker: il responsabile della più lunga bufera di neve negli ultimi 2 anni.

Meteo, l’Europa nel freezer polare che avanza verso Sud: -15°C a Praga e Varsavia, -9°C a Vienna e Lubiana, -7°C a Parigi e Zagabria [DATI]