Team Oms a Wuhan, SARS-CoV-2 nato in laboratorio? “Scenario da film, seguiremo la scienza per trovare una risposta”

Il laboratorio di virologia di Wuhan è il sito più controverso visitato dal team di esperti dell'Oms: giudicata poco credibile la tesi della fuga dal laboratorio

MeteoWeb

Da oltre un anno, il mondo è alle prese con la pandemia da SARS-CoV-2. Fin da subito, sono state molte le teorie sull’origine del virus. In particolare, una tra le più citate è quella secondo cui il virus sia scappato, accidentalmente o meno, dal laboratorio di virologia di Wuhan, città nella quale la pandemia si è manifestato per la prima volta. Gli scienziati del laboratorio conducono ricerche su alcune delle malattie più pericolose del mondo, inclusi ceppi di coronavirus di pipistrello simili a Covid-19.

Ora una squadra di esperti dell’Oms sta indagando sull’origine della pandemia proprio a Wuhan e il laboratorio di virologia è il sito più controverso visitato dalla delegazione. Il capo del team sembra al momento respingere, giudicandola poco credibile, la tesi della fuga dal laboratorio, a suo parere soltanto un “eccellente soggetto” per un film o una serie tv. “Se iniziamo a seguire e dare la caccia ai fantasmi qua e là, non andremo mai da nessuna parte“, ha detto Peter Ben Embarek in un’intervista all’AFP, promettendo comunque di “seguire la scienza e i fatti” per trarre una conclusione definitiva sull’origine della pandemia.  Il passaggio all’istituto è stato “importante per capire da dove vengono queste storie”, ha proseguito lo specialista in sicurezza alimentare, di stanza a Pechino per l’Oms all’inizio degli anni 2010.

Da quando sono usciti da una quarantena alberghiera di 14 giorni la scorsa settimana, gli esperti dell’Oms hanno visitato una serie di siti di alto profilo legati alle origini della pandemia, tra cui il mercato del pesce dove le persone sono state trovate ammalate per la prima volta.