Dopo l’Etna è il turno di Stromboli: “sequenza esplosiva” nella notte, emergenza cenere nei comuni del Catanese [FOTO]

Dopo l'eruzione dell'Etna, ora è il turno di Stromboli. Dopo il parossismo di ieri, è emergenza cenere vulcanica nei comuni del Catanese

  • Stromboli
    Stromboli
  • Giarre
    Giarre
  • Giarre
    Giarre
  • Giarre
    Giarre
  • Foto Orietta Scardino / Ansa
    Foto Orietta Scardino / Ansa
  • Foto di Alfio Squadrito, Pedara.
    Foto di Alfio Squadrito, Pedara.
  • Foto di Alfio Squadrito, Pedara.
    Foto di Alfio Squadrito, Pedara.
  • Zafferana Etnea - foto di Infanta Aventi
    Zafferana Etnea - foto di Infanta Aventi
/
MeteoWeb

Dopo l’Etna è il turno di Stromboli: l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia-Osservatorio Etneo ha reso noto che una sequenza di esplosioni è stata rilevata nell’area Nord, iniziata con tre eventi di minori intensità, rispettivamente alle ore 02:32:50, 02:33:00 e 02:33:10. Dopo circa dieci secondi, precisa l’INGV, “si è verificata una esplosione maggiore alle ore 02:33:30 con una durata di circa 10 secondi e si è conclusa alle 02:34:00. Quest’ultima attività ha prodotto una ricaduta di materiale grossolano lungo la Sciara del Fuoco ed una parte di materiale è ricaduta in direzione del Pizzo“.
Dal punto di vista sismico, “dopo la fase di incremento dell’ampiezza del tremore che ha seguito la sequenza esplosiva, segnalata nel comunicato precedente, i valori sono rientrati nella norma. Non si osservano variazioni significative nel tasso di occorrenza degli eventi esplosivi. I dati di deformazione non mostrano variazioni significative“.

Dopo il parossismo di ieri dell’Etna, è emergenza cenere vulcanica nei comuni del Catanese: a Giarre, dalle prime ore di questa mattina sono entrati in azione i mezzi della Igm, che gestisce il servizio di igiene urbana, per la rimozione della cenere vulcanica che ha ricoperto sul manto di strade e piazze. Gli interventi che prevedono l’impiego di alcune squadre, in questa prima fase, stanno interessando i principali assi viari ad alta densità veicolare e nel centro storico. Igm d’intesa con l’Amministrazione comunale rinnova l’invito ai cittadini di depositare all’esterno delle abitazioni, i sacchetti di raccolta cenere vulcanica, che dovranno essere trasparenti, derivanti dallo spazzamento delle proprie abitazioni, di terrazze, balconi, cortili.