SARS-CoV-2: Sileri spiega perché “questa è l’aurora dopo un anno di buio: le cose stanno cambiando davvero, è l’ultimo miglio”

SARS-CoV-2, il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri: "Da domani molte regioni saranno rosse, ma sono misure necessarie. E' l'ultimo miglio"

MeteoWeb

In riferimento alla campagna vaccinale contro SARS-CoV-2, secondo il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, “ci sono disomogeneità tra le regioni sui vaccini, ma stiamo vedendo l’aurora: circa due milioni di anziani sono stati vaccinati con la prima dose, dunque dopo 3 settimane saranno protetti e non moriranno di coronavirus,” ha spiegato intervenendo a Domenica In.
Alcune regioni soffrono di ritardi accumulati negli anni ma il gap si sta colmando. Cioè le vaccinazioni degli anziani 80enni e sotto gli 80 anni stanno salendo e le disomogeneità si stanno normalizzando“.
Sileri ha ricordato che “nel Lazio da domani saranno aperte le prenotazioni per i 72enni. Si procede velocemente. Non sempre si trova il centro vicino casa ma la macchina si sta muovendo molto bene“. “Le cose stanno cambiando davvero – ha sottolineato  Sileri – questa è l’aurora dopo un anno di buio. Da domani molte regioni saranno rosse, ma sono misure necessarie per l’andamento del virus. E’ l’ultimo miglio“. “Arriveremo a Pasqua con 3 giorni rossi per l’Italia, il messaggio è evitate i contatti con le persone. Fate solo ciò che davvero ritenete indispensabile. Cercate di resistere, stare a casa, non incontrare persone perché qualunque incontro può essere foriero. La variante purtroppo c’è ed entra nelle nostre case come un cavallo di Troia“.
Per quanto riguarda invece le sospensioni del vaccino antiCovid AstraZeneca, Sileri ha affermato: “La magistratura capirà cosa è accaduto, ma il mio giudizio sul vaccino è che è efficace e deve essere continuata la sua distribuzione. Io mi farei AstraZeneca uscendo da questo studio“.