A Singapore nell’aeroporto più bello del mondo

Centinaia di negozi immersi nel fitto di una foresta vegetale all'interno della quale si apre la cascata indoor più grande del mondo, basterebbe questo a spiegare perché quello di Singapore è l'aeroporto più bello al mondo, ma c'è molto altro da scoprire

/
MeteoWeb

Nel 2020 il vincitore del World’s Best Airport Awards è stato l’aeroporto di Singapore Changi, e non è il primo ma bensì l’ottavo anno consecutivo che la struttura riceve questo premio a buon diritto dato che si tratta di un aeroporto straordinario dove il viaggiatore può recarsi alla Spa, farsi massaggiare i piedi o assistere a uno spettacolo cinematografico gratuitamente, ma anche passeggiare e fare shopping nella Shiseido Forest Valley, un’imponente parco vegetale con 3.000 alberi e 60.000 arbusti, al centro del quale si apre la Rain Vortex, la cascata indoor più grande del mondo.

Il Changi Airport di Singapore

Il Changi Airport di Singapore non è un qualunque aeroporto poiché prima che i viaggiatori si imbarchino sul prossimo volo offre una serie di attività e strutture di straordinaria bellezza, tanto che non sono pochi i turisti che scelgono di posticipare la partenza per godere di quello che è l’aeroporto più bello del mondo.

L’aeroporto è tra i più importanti del sud-est asiatico, è situato a 23 chilometri ad est dal centro di Singapore, ed è uno degli aeroporti più moderni e confortevoli al mondo concepito per accogliere l’Airbus A380, il gigante dei cieli in grado di trasportare quasi 1000 persone.

L’aerostazione venne costruita nel 1981 e a causa della crescente espansione della città e successivamente fu più volte ampliata per fronteggiare un numero sempre più elevato di passeggeri, ma è con l’ultimo intervento iniziato nel 2014 che l’aeroporto si è trasformato in qualcosa di innovativo e straordinario.

Il Changi Airport propone ai viaggiatori una moltitudine di negozi, un centro fitness, un supermercato, una clinica, un business center e un hotel come molti altri aeroporti internazionali, ma qui si trovano tra le altre meraviglie anche: una cascata, una piscina, sale cinema gratuite per i passeggeri in transito, uno specchio d’acqua con numerosi pesci esotici, un giardino di farfalle e una piantagione decorativa di orchidee.

Le meraviglie del Changi Airport

L’ultima delle attrazioni inaugurate nell’aprile 2019 si chiama Jewel ed è una straordinaria struttura architettoniche che coniuga lo spirito commerciale del suo shopping center, in cui i negozi compresi sono 280, con un parco naturale.

Il nuovo hub d’acciaio e vetro costruito sull’ex parcheggio del Terminal 1 è stato progettato dall’architetto israeliano Moshe Safdie, e collega tre dei quattro terminal del principale aeroporto di Singapore.
Il progettista ha dichiarato:“Questo progetto ridefinisce e reinventa gli aeroporti” e ancora “Il nostro obiettivo era quello di riunire la dualità di un vivace mercato e un grande parco urbano fianco a fianco in un’esperienza singolare e coinvolgente”.

La struttura accoglie al suo interno la Shiseido Forest Valley, un eden paradisiaco terrazzato dotato di sentieri e aree relax dove sono ospitate oltre 120 specie di piante accuratamente selezionate che prosperano a una temperatura controllata di 23 gradi. L’area è grande quanto 33 campi da calcio e comprende negozi di lusso, ristoranti, giardini d’inverno con passerelle che danno l’illusione di immergersi in una foresta rigogliosa, fatta d’alberi, di cespugli, di fiori e di piccoli ruscelli.

La vista più spettacolare è quella sulla Rain Vortex, la cascata indoor più alta del mondo: grazie ai suoi 40 metri di caduta libera che dall’oculo centrale attraversa la cupola inversa e di notte si anima grazie a giochi di luce e proiezioni.

Non si tratta solo di un elemento decorativo poiché all’origine della costruzione vi è una profonda filosofia green: l’acqua proviene dai frequenti temporali della regione e una volta raccolta viene rimessa in circolo, contribuendo a rinfrescare l’ambiente e irrigare le piante. La copertura “a ciambella”, che misura oltre 200 metri nel suo punto più largo, invece, produce sia un’illuminazione naturale che zone d’ombra oltre a essere connessa a un sistema di ventilazione.

Al livello più alto c’è il Canopy Park, 14.000 metri quadrati di attrazioni integrate alla vegetazione: strutture sospese tra le chiome degli alberi, un ponte di vetro, uno scivolo gigante, due labirinti di siepi e di specchi e installazioni artistiche, per suscitare non solo tra i più piccoli un senso di meraviglia e scoperta.

Un’oasi di piacere

I Terminal 2 e 3 sono collegati attraverso ponti pedonali e un treno sopraelevato che sfreccia attraverso la vegetazione lussureggiante, l’edificio si estende per un totale di 135mila metri quadrati distribuiti su dieci piani, cinque dei quali seminterrati e adibiti a parcheggio auto.

Questo “gioiello” tecnologico è stato realizzato con la collaborazione tra ingegneri, architetti del paesaggio, designer d’interni e artisti ed è stato pensato non solo come snodo di transito per i viaggiatori ma anche come destinazione turistica.

L’eroporto, infatti, accoglie più di 280 punti vendita e ristoranti aperti fino alle tre del mattino, un cinema con undici sale e uno Yotelair, un hotel di lusso concepito espressamente per il soggiorno in aeroporto e dotato di 130 cabine.

 

All’interno del parco sono stati inseriti spazi ricreativi e numerose attrazioni, per trasformare l’aeroporto in un luogo di svago e di piacere destinato non solo ai viaggiatori di passaggio, ma aperto e fruibile agli abitanti dell’intera area metropolitana.

Qui si può assistere a spettacoli teatrali e usufruire gratuitamente delle sale cinematografiche, ci si può dedicare alla cura personale in una delle 3 Spa presenti nell’aeroporto o fare un tuffo nella piscina situata sul tetto del terminale 1 e aperta 24 ore su 24.
Con il biglietto d’ingresso si può anche accedere alle docce e consumare una bibita tra le molte proposte.

Per chi avesse voglia di continuare a rilassarsi l’aeroporto da accesso gratuito alle macchine di massaggio dei piedi Big Foot; gratuita è anche la snooze lounge, un’area attrezzata con comode poltrone e cuffie isolanti che consentono di fare un riposino tra un volo e un altro, magari mentre i più piccoli giocano in una delle aree playground presenti in tutti i terminal.

Chi ama la tecnologia può passare il tempo con giochi gratuiti LAN, Xbox Kinect, e giochi della PlayStation all’Entertainment Deck nel Terminal 2, oppure può condividere le foto e i video nella scultura interattiva chiamata The Social Tree, presente al Terminal 1.

Al Terminal 3 si trova il Butterfly Garden, un giardino tropicale che ospita circa 40 specie di farfalle, diverse piante tropicali ed anche una piccola cascata; tra gli altri giardini a tema si trova al Terminal 2 un giardino con le orchidee (Orchid Garden) e sul tetto troverete un giardino con i girasoli (Sunflower Garden); mentre al Terminal 1 vi sono il Cactus Garden e Water Lily Garden.