Sakura: la magia della fioritura dei ciliegi in Giappone

È il periodo del Sakura in Giappone e del tradizionale hanami, l'osservazione della fioritura dei ciliegi e la celebrazione di questo simbolo di rinascita nonché rappresentazione dei samurai

MeteoWeb

La fioritura nei parchi del Giappone è ricca di simbolismi all’interno di spazi in cui domina la pace che aiuta a rinnovare lo spirito e ritrovare sé stessi.
Il periodo più suggestivo è quello del Sakura, la fioritura dei ciliegi giapponesi. Uno spettacolo magnifico quanto effimero che attrae milioni di visitatori e fa viaggiare tutto il popolo nipponico per celebrare l’Hanami, l’osservazione dei ciliegi in fiore, che avviene tra i parchi cittadini o nei luoghi di fioritura più rinomati000 del Paese.

La storia della festa della rinascita

sakuraNel periodo dell’equinozio di primavera non c’è giapponese che non segua attraverso i media il racconto della fioritura dei ciliegi che avviene prima nella capitale e nelle regioni del sud, seguita solo in un secondo momento da quella dell’isola di Hokkaidö a Nord.

Analogamente a quanto accade da noi con il meteo esiste un vero e proprio sistema di bollettini di aggiornamento, previsioni e testimonianze continue della fioritura. Spesso nei grandi alberghi di Tokyo nelle hall sono apposti grandi tabelloni dove sono segnati, fiore dopo fiore, i progressi dei ciliegi di tutto il Giappone, corredati dalle date previste per l’apertura dei boccioli.

La tradizione della festa della rinascita risale al periodo Nara, intorno al VIII secolo. La fioritura coincideva con l’inizio della stagione della semina del riso e con il conseguente rilancio delle attività agricole: così per propiziare il raccolto venivano fatte offerte alle divinità locali ai piedi dell’albero fiorito e i contadini bevevano sake in onore degli Dei.
ciliegi giapponeUn secolo più tardi, la corte imperiale di Kyoto rinnovò e ampliò questa festa, accompagnandola con sofisticati banchetti, la degustazione di raffinati sake e legandola alla contemplazione dei fiori e alla scrittura di poesie.

In breve tempo, questa tradizione che prevedeva il bere e il banchettare sotto gli alberi in fiore fu ripresa prima dai samurai e poi dal popolo tutto, sino a divenire, nel XVII secolo, una vera e propria tradizione nazionale di celebrazione del rinnovamento e la rinascita.

Sakura e Hanami: la fioritura e il pellegrinaggio

meteo sakuraC’è un nome particolare che identifica lo sbocciare dei fiori di ciliegio, cioè Sakura, che simboleggia la rinascita e la forza vitale che si rinnova in tutte le cose della terra.
Per il popolo nipponico sin dal tempo di Heian è tradizione andare ad osservare la fioritura, un pellegrinaggio che viene chiamato Hanami, dalla parola hana che si traduce con fiori, mentre mi significa da e miru (sottointeso) vuol dire vedere.

La fioritura ha una durata di solo pochissimi giorni e i giapponesi si recano nei parchi cittadini o in luoghi particolarmente noti per l’evento in questione come: Yoshino, nei pressi di Osaka, dove oltre a godere dello spettacolo, il pubblico viene intrattenuto da balli popolari, canti e spettacoli per festeggiare tutti insieme in quello che è uno dei momenti più rappresentativi della cultura nipponica.

samurai sakuraLa maestosa e inebriante fioritura del ciliegio è simbolo di vita ma anche del suo naturale opposto, poiché il fiore è destinato a staccarsi e a disperdersi nel vento dopo aver raggiunto il massimo del suo splendore, ricordando in tal modo anche la stessa caducità della vita umana.

Il fiore di ciliegio era anche il simbolo dei samurai, poiché indicava le loro qualità, cioè onestà, coraggio, lealtà e purezza. Il Samurai, come il fiore di ciliegio, lascia il ramo. Così come accade per questi fiori dalla fragilità e dalla bellezza effimera che nel pieno del loro splendore muoiono lasciando il ramo, così il samurai, nel nome dei principi in cui crede, è pronto a lasciare la propria vita in battaglia.

Dove ammirare il Sakura

sakura tramontoSono più di 100 le varietà di ciliegi che si trovano nel Paese del Sol Levante e che si distinguono per il numero di petali dell’inflorescenza; tra di esse la più diffusa e protagonista dell’Hanami in aprile è la Somei Yoshino. Proprio presso il monte omonimo, infatti, fioriscono oltre 30.000 alberi di ciliegio.

Tra le città da visitare per assistere all’Hanami vi sono Kyoto, con il suo quartiere di Higashiyama, il Palazzo Imperiale e il parco Maruyama, famoso proprio per i ciliegi; il giardino intorno al castello e le vie dello shopping di Osaka; il parco commemorativo e la cattedrale della Pace di Hiroshima; o Mishima con il suo Sakura festival.

A Kanazawa il grande Giardino Kenroku-en, viene dipinto dai ciliegi a fine marzo; ma lo spettacolo si protende anche nelle altre stagioni con gli iris che fioriscono a maggio e gli aceri rossi in autunno.

fioritura ciliegi

A Tokyo, la città dalle mille luci, la metropoli che non dorme mai si ferma per contemplare il fiore sacro, quando i ciliegi fioriscono, infatti, gli abitanti della città lasciano il lavoro e si concedono l’hanami sotto i rami fioriti.
Anche i parchi di Tokyo si riempiono di ammiratori di fiori, come lo Showa Kinen Park che ospita più di 1.500 alberi di ciliegio e numerose altre essenze floreali come i tulipani che sbocciano a metà aprile.

Lo Shinjuku Gyoen National Garden, nel cuore della metropoli offre la possibilità di godere del sakura e praticare l’hanami anche dopo l’alta stagione; lungo il fiume Meguro, al Nakameguro, lo spettacolo è assicurato al tramonto, quando il calar del sole illumina i ciliegi di un colore intenso e i petali che cadono nell’acqua dipingono di rosa il fiume.

Per intrecciare l’atmosfera dell’antico Giappone con lo spettacolo del Sakura si può scegliere una meta insolita come lo Yanaka Reien Cemetery, che ospita anche la tomba del 15° shogun Tokugawa, oppure noleggiare una barca per godere della fioritura navigando sulle acque del Chidori-ga-fuchi, il canale che circonda il palazzo imperiale.

sakura crocieraUn altro modo di vivere l’hanami è quello di optare per una crociera sul fiume su uno yakatabune (la tradizionale imbarcazione nipponica), magari nelle ore serali e nella zona di Sumida Park, il parco più amato dai giapponesi fin dal periodo Edo che oggi consente anche di emozionarsi davanti alle luci del Tokyo Skytree, la torre panoramica che sorge proprio nel quartiere di Sumida.

Anche a Tokyo, infine, la magia del momento è celebrata nel Sakura Festival, in cui la fioritura dei ciliegi è accompagnata dall’arte in tutte le sue forme, dalla musica, dagli spettacoli e dalla degustazione della migliore tradizione culinaria del Paese.