Summit Clima, Draghi: “Sul riscaldamento globale azioni insufficienti, dobbiamo invertire la rotta. Vogliamo agire ora, non avere rimpianti dopo”

Draghi al summit sul clima: "L'Italia è un Paese bellissimo ma fragile. La battaglia per il cambiamento climatico è una battaglia per la nostra storia e per il nostro paesaggio"

Il Premier Mario Draghi è intervenuto al summit dei leader sul clima, organizzato dalla Presidenza USA. Draghi registra “il completo cambiamento” sul clima, realizzato dalla nuova Presidenza Biden e si dice “fiducioso” che la sfida sul clima possa ora essere vinta “insieme“. Sul riscaldamento globale dobbiamo cambiare “presto” il corso degli eventi. Il Covid “offre un’opportunita’ unica” per far diventare piu’ verdi le nostre economie.

Per Draghi “l’Italia e’ un Paese bellissimo ma fragile. La battaglia per il cambiamento climatico e’ una battaglia per la nostra storia e per il nostro paesaggio. Ci dedicheremo alla sostenibilita’ e, allo stesso tempo, avremo un approccio multilaterale. L’Italia quest’anno ha la Presidenza del G20. La salvaguardia del pianeta e’ uno degli argomenti principali. I Paesi del G20 sono responsabili del 75% delle emissioni globali“. La Presidenza italiana del G20 propone un vertice ministeriale anche per favorire il vertice di Glasgow del Cop26, che si terra’ nel novembre 2021. A Milano, a fine settembre, si terra’ il vertice preparatorio ‘Youth for climate’.

Foto Ansa / Frame tratto dalla diretta su https://twitter.com/i/broadcasts/

Draghi ribadisce l’impegno per trovare i finanziamenti necessari per attuare il cambiamento climatico “nei prossimi decenni e oltre” e sottolinea che “gli impegni sul clima che prenderemo nel 2021 possono determinare le chance per contrastare il cambiamento climatico per dieci anni e oltre”.Le nostre azioni sono state finora insufficienti. Con gli accordi di Parigi ci siamo impegnati a limitare il riscaldamento globale a +1,5°C rispetto ai livelli preindustriali. Con le politiche attuali rischiamo che ci sia un riscaldamento di +3°C. Dobbiamo invertire la rotta e dobbiamo farlo presto. Vogliamo agire ora, non avere rimpianti dopo“.

In Europa – prosegue Draghi – abbiamo lanciato il piano Next generation Eu da 750 miliardi di euro. Uno degli obiettivi e’ sostenere la transizione ambientale e rendere la Ue libera dal carbone entro il 2050. Circa il 10% del piano (70 miliardi di euro) servira’ solo in Italia per investimenti in infrastrutture verdi, economia circolare e mobilita’ sostenibile”. Durante la Presidenza del G20, l’Italia intende ospitare il summit di tutte le Banche pubbliche per lo sviluppo. Lo scopo e’ anche quello di aiutare “i Paesi piu’ vulnerabili“. L’Italia, nel dicembre 2020, si e’ gia’ impegnata per concedere 30 milioni di euro all’apposito Fondo dell’Onu.

Summit sul Clima, gli USA raddoppiano gli sforzi: Biden annuncerà il taglio delle emissioni fino al 52% entro il 2030