Vaccino AstraZeneca: la Corea del Sud riprende le somministrazioni, ma no agli under 30

La Corea del Sud riprenderà domani, 12 aprile, la somministrazione del vaccino AstraZeneca, dopo la sospensione per le preoccupazioni legate ai casi di trombosi

MeteoWeb

Dopo averla temporaneamente sospesa, la Corea del Sud riprendera’ domani, 12 aprile, la somministrazione del vaccino AstraZeneca contro SARS-CoV-2. Il siero anglo-svedese, pero’, non sara’ somministrato ai minori di 30 anni, ha riferito l’Agenzia coreana per la prevenzione e il controllo delle malattie infettive (Kdca).

L’ente sudcoreano ha inoltre raccomandato l’istituzione di un sistema di sorveglianza per la diagnosi precoce e il trattamento delle trombosi rare legate alle inoculazioni. Il Kdca sostiene che i benefici di continuare a vaccinare superano i potenziali rischi e ha esortato le autorita’ a seguire il programma di vaccinazione come previsto “per prevenire gravi infezioni e morte da Covid-19″.

Mercoledi’ 14 aprile, il governo sudcoreano aveva sospeso la somministrazione del vaccino sviluppato dall’azienda britannica e dall’Universita’ di Oxford a persone sotto i 60 anni di eta’, tra la crescente preoccupazione per il suo legame con casi insoliti di trombosi. La Corea del Sud ha registrato tre casi di coaguli in chi era stato inoculato col vaccino AstraZeneca.