Coronavirus, la situazione continua a migliorare: cala l’incidenza e si allenta lo stress su intensive e ospedali [GRAFICI]

Coronavirus: questa settimana accelera il calo nell'incidenza settimanale, buone notizie anche sul fronte dell'occupazione dei posti letto

La situazione epidemiologica continua a migliorare in Italia: questa settimana accelera il calo nell’incidenza settimanale (73 per 100.000 abitanti (10/05/2021-16/05/2021) vs 103 per 100.000 abitanti (03/05/2021-09/05/2021) dati flusso ISS). La campagna vaccinale progredisce sempre più velocemente e l’incidenza si avvicina a livelli (50 per 100.000) che permetterebbero il contenimento dei nuovi casi, secondo quanto si legge nella bozza di monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità.
Buone notizie anche sul fronte dell’occupazione dei posti letto in ospedale: nessuna Regione/PPAA supera la soglia critica, sia in terapia intensiva che in area medica. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è sotto la soglia critica (19%), con una diminuzione nel numero di persone ricoverate che passa da 2.056 (11/05/2021) a 1.689 (18/05/2021). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende ulteriormente (19%). Il numero di persone ricoverate in queste aree passa da 14.937 (11/05/2021) a 11.539 (18/05/2021).

Di seguito i grafici elaborati dal dott. Luca Fusaro, che illustrano l’incidenza dei nuovi casi ogni 100.000 abitanti relativamente alla settimana 14-20 maggio, e i dati dei ricoverati con sintomi e in terapia intensiva in Italia dal 1° aprile 2021 (dati aggiornati al 20 maggio).

Coronavirus: crolla l’indice RT, scende anche l’incidenza

Incidenza dei nuovi casi ogni 100.000 abitanti

Ricoverati con sintomi e in Terapia intensiva in Italia