Coronavirus, tragedia in India: ospedale rimane senza ossigeno, 24 morti in una notte

Coronavirus, emergenza ossigeno in India: tragedia la notte scorsa all'ospedale pubblico di Chamarajanagar, in Karnataka

Tragedia la notte scorsa all’ospedale pubblico di Chamarajanagar, in Karnataka, nel sudovest dell’India: a causa della mancanza di ossigeno nella struttura, 24 ammalati di Covid-19 sono morti.
I parenti delle vittime hanno iniziato un sit-in per chiedere provvedimenti contro le autorità.
Il prefetto della città Dr MR Ravi, ha dichiarato ai giornalisti che deve ancora essere accertato se i decessi sono stati effettivamente causati dalla mancanza di ossigeno, mentre il governatore B S Yediyurappa ha indetto una riunione urgente.

L’India, travolta da una devastante seconda ondata di casi COVID, ha quasi raggiunto la soglia dei 20 milioni di contagi da inizio pandemia, mentre negli ospedali continua a mancare l’ossigeno e la campagna vaccinale procede a rilento. Nelle ultime 24 ore, il Paese ha registrato 368.147 nuovi casi di COVID-19, raggiungendo il numero complessivo di 19,93 milioni, come confermato dai dati governativi.
Con queste cifre, l’India ha superato il Messico diventando il terzo paese, dopo Stati Uniti e Brasile, per numero di morti.