Tensioni post-Brexit nella Manica: i pescherecci francesi si ritirano, Londra pronta a fare rientrare le sue navi. “Situazione per ora risolta”

Le tensioni post-Brexit nella Manica sembrano per ora risolte: i pescherecci francesi si sono ritirati e le due navi militari britanniche sono pronte a rientrare

Circa 50 pescherecci francesi si erano mobilitati, partendo in nottata dalle coste della Bretagna e della Normandia, per schierarsi dinnanzi alle coste dell’isola di Jersey, nella Manica, dipendenza della Corona di Londra. L’obiettivo dei pescatori francesi era protestare contro gli accordi post-Brexit. Il governo britannico, per tutta risposta, aveva inviato due navi militari.

Ora l’evoluzione della vicenda vede il ritiro dei pescatori francesi e il conseguente annuncio del governo britannico del rientro delle due navi militari inviate dopo il tentativo di blocco delle acque del Jersey. Le due navi britanniche “si preparano a tornare in porto nel Regno Unito“, ha detto un portavoce di Downing Street, precisando che “la situazione si è per ora risolta” ma aggiungendo che la Royal Navy “resta in standby per garantire assistenza a Jersey” in caso di ulteriori proteste o minacce legate ai diritti di pesca post-Brexit.

L’iniziativa si è svolta senza incidenti.