Mortalità, letalità e incidenza del Coronavirus in Italia: Calabria la Regione meno colpita, numeri shock per la Valle d’Aosta. Tutti i dati della pandemia

Coronavirus, la pandemia ai raggi X: tutti i dati di mortalità, letalità e incidenza Regione per Regione

E’ la Valle d’Aosta la Regione più colpita dalla pandemia del nuovo Coronavirus che da ormai oltre un anno sta colpendo l’Italia, così come il resto del mondo. I numeri della Valle d’Aosta sono drammatci: con 464 morti su 125 mila abitanti, ha il tasso di mortalità in assoluto più alto d’Italia con 375 vittime ogni 100 mila abitanti. E’ seguita dalla Lombardia, seconda con 333 morti ogni 100 mila abitanti, poi c’è il Friuli Venezia Giulia con 312 morti ogni 100 mila abitanti, al quarto posto l’Emilia Romagna con 293 morti ogni 100 mila abitanti. La Regione meno colpita d’Italia è la Calabria, che conta in totale 1.092 vittime su 2 milioni di abitanti. La mortalità della Calabria è di 58 morti ogni 100 mila abitanti, ed è in assoluto la più bassa non solo in Italia ma anche in Europa.

La Calabria è anche la Regione con la più bassa incidenza del virus: la diffusione del contagio è la più contenuta in assoluto, con appena 3.374 casi ogni 100 mila abitanti.

La seconda Regione meno colpita d’Italia è la Sardegna: ha un’incidenza di 3.489 casi ogni 100 mila abitanti e una mortalità pari a 89 morti ogni 100 mila abitanti. Anche le altre Regioni del Sud hanno indicatori particolarmente positivi: in Sicilia ci sono stati 116 morti e 4.489 ogni 100 mila abitanti, in Basilicata 101 morti e 4.532 casi ogni 100 mila abitanti. Appare molto evidente la distribuzione geografica del contagio e della mortalità: nelle Regioni più miti e soleggiate il Coronavirus ha colpito molto meno rispetto a quelle fredde, umide e piovose. La Regione con la più alta incidenza, infatti, è il Trentino Alto Adige, seguito dalla Valle d’Aosta, poi il Friuli Venezia Giulia. Le zone alpine sono state le più colpite in assoluto, a differenza di quelle dell’estremo Sud.

Emblematico, infine, il dato del tasso di letalità, cioè la percentuale di morti rispetto ai contagiati: in Liguria, Valle d’Aosta e Lombardia supera il 4% mentre in Calabria, Campania e nella provincia di Bolzano è inferiore al 2%. Significa che nelle Regioni del Nord/Ovest, ogni 100 casi ci sono stati più di 4 morti mentre in provincia di Bolzano, in Calabria e in Campania meno di 2.

Ringraziamo per i grafici il dott. Luca Fusaro.

35 ter - Decessi per 100.000 abitanti

37 - Casi per 100.000 abitanti

35 - Tasso di letalità COVID-19 a livello regionale