Tremori in tutto il corpo e poi l’aggravamento: muore a 69 anni dopo la prima dose Pfizer, la Procura di Arezzo apre inchiesta

Un 69enne è morto due giorni dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino Pfizer: sul caso indaga la procura di Arezzo

E’ morto due giorni dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino Pfizer: sul caso del 69enne la procura di Arezzo ha aperto un’inchiesta.
L’uomo è deceduto in un paese del Valdarno aretino: ieri sulla salma è stata eseguita l’autopsia che dovrà chiarire le cause del decesso e se si è trattato di una reazione avversa alla somministrazione. Il 69enne – riporta il “Corriere di Arezzo” – aveva ricevuto la prima dose di Pfizer martedì 27 aprile a Montevarchi dopo la prenotazione on line. Successivamente ha accusato tremore in tutto il corpo, fino all’aggravamento nella notte tra giovedì e venerdì con il decesso avvenuto a casa il 30 aprile. In seguito all’esposto dei familiari è scattata l’inchiesta della magistratura con un fascicolo aperto dal sostituto procuratore Julia Maggiore. Il pm ha disposto l’acquisizione di tutta la documentazione sanitaria relativa al paziente e sono in corso approfondimenti. L’autopsia è stata effettuata ieri pomeriggio all’ospedale di Santa Maria della Gruccia di Montevarchi dal professor Marco Di Paolo del dipartimento di medicina legale dell’Università di Pisa.
Sembra che il 69enne fosse in buone condizioni di salute e che la sua situazione generale non fosse in conflitto con la vaccinazione.