La Superluna, l’Anello di Fuoco e il Solstizio d’Estate: tutti gli eventi imperdibili del cielo di Giugno 2021

Astronomia: nuovo mese di osservazioni ed eventi, ecco cosa ci riserva Giugno 2021

Nuovo mese di eventi astronomici: ecco cosa ci riserva Giugno 2021, il sesto mese dell’anno in base al calendario gregoriano e il primo dell’estate nell’emisfero boreale (dell’inverno nell’emisfero australe).

Il Sole si trova nella costellazione del Toro fino al 21, quando passa nella costellazione dei Gemelli. La durata del giorno aumenta di circa un’ora dall’inizio del mese.
La nostra stella ci riserva un evento imperdibile: il 10 giugno si verificherà un’eclissi solare anulare, spesso chiamata “Anello di Fuoco”, poiché avviene quando la Luna è più lontana dalla Terra rispetto al normale e non è abbastanza grande da bloccare completamente la luce del Sole. L’”Anello di Fuoco” si potrà ammirare nel Canada settentrionale, in Groenlandia nordoccidentale e dell’estremo est della Russia. Gli Stati Uniti nordorientali e il Canada orientale potranno vedere un’eclissi solare parziale, così come la maggior parte dell’Europa intorno a mezzogiorno. In Italia solo parte del Centro/nord Italia potrà vedere “sparire” una piccola porzione del Sole (si ricordi di utilizzare sempre dispositivi in grado di schermare la luce solare durante l’osservazione).
Il 21 giugno “scocca” il Solstizio d’estate, che contrassegna l’inizio dell’estate astronomica: quest’anno cade alle ore 03:32 UTC (05:32 ora italiana).

La Luna è in fase di Ultimo Quarto il 2, Novilunio il 10, Primo Quarto il 18 e infine Plenilunio il 24. Il nostro satellite viene a trovarsi nel punto più lontano dalla Terra lungo la sua orbita l’8 (apogeo, 406228 km), e nel punto opposto il 23 (perigeo 359959 km). Data la coincidenza tra la Luna Piena e il perigeo, quella del 24 giugno è la terza e ultima Superluna del 2021.

Per quanto riguarda l’osservabilità dei pianeti del Sistema Solare, Mercurio è congiunzione con il Sole, quindi nel corso del mese è inosservabile. Venere è protagonista del cielo serale: si può ammirare a sudovest, dove tramonta un’ora e mezza dopo il Sole. Anche Marte è visibile a sudovest dalla sera fino a notte fonda. Giove è protagonista del cielo notturno: si può scorgere a sudest nelle ore che precedono l’alba. Saturno sorge un’ora prima di Giove, nel cielo sudorientale. Difficile scorgere tra le luci dell’alba Urano, che sorge ad est. Nettuno si può ammirare (per mezzo di telescopio) nella seconda parte della notte, a sudest, fino all’alba.

Congiunzioni: Luna-Giove-Saturno l’1; Luna-Venere il 12; Luna-Marte il 13; Luna-Giove-Saturno il 27/28.

Per quanto riguarda le costellazioni, volgendo lo sguardo in direzione Nord troviamo come sempre le due Orse, con la Stella Polare nell’Orsa Minore e l’Orsa Maggiore che domina il cielo a nordovest. Dalla parte opposta rispetto alla Stella Polare, a nordest, scorgiamo Cassiopea e Cefeo. A ovest tramontano il Leone e la Vergine.
A sudest ammiriamo lo Scorpione.

Dall’ultima Superluna dell’anno all’eclissi dell’”Anello di Fuoco”, gli eventi di astronomia più importanti di giugno