Meteo, ondata di caldo estrema tra USA e Canada: nuovo record storico a Lytton, decine di morti e blackout

Ondata di caldo storica tra USA e Canada: a Lytton battuti ancora una volta i record di temperatura

MeteoWeb

Il caldo record ha investito il Canada, con picchi di +49,5°C a Lytton, un villaggio a nordest di Vancouver, con gravi conseguenze: dozzine le chiamate di soccorso per morte improvvisa in British Columbia.
Alle 16:20 la stazione di Lytton ha battuto ancora una volta i record di temperatura giornalieri e storici“, ha twittato Environment and Climate Change Canada, il dipartimento del governo canadese responsabile del coordinamento delle politiche e dei programmi ambientali.
Mike Kalanj della Burnaby Royal Canadian Mounted Police ha reso noto che il distaccamento ha risposto a 25 chiamate per morte improvvisa in un periodo di 24 ore a partire da lunedì (134 da venerdì scorso): le morti sono ancora sotto inchiesta e molti dei deceduti erano anziani.
Il termometro è stabilmente sopra i +30°C da molti giorni, contro una media che in questo periodo dell’anno in zona non supera i +21°C. Anche nella stazione sciistica di Whistler, a nord di Vancouver, il termometro ha segnato +42°C.
A Vancouver, il dipartimento di polizia ha ridistribuito decine di agenti e ha chiesto di chiamare i soccorsi solo per le emergenze.
Vancouver non ha mai vissuto un caldo come questo, e purtroppo decine di persone stanno morendo per questo motivo. I nostri agenti sono al limite, ma stiamo ancora facendo tutto il possibile per proteggere le persone,” ha affermato il sergente Steve Addison.
A metà pomeriggio di martedì, ha proseguito Addison, la polizia ha risposto a decine di chiamate per morti improvvise dall’inizio dell’ondata di caldo, venerdì. “La stragrande maggioranza di questi casi sono legati al caldo“, ha spiegato, sottolineando che in una giornata tipo, la polizia di Vancouver risponde a 3 o 4 chiamate per morte improvvisa.

Le temperature nell’area di Vancouver hanno raggiunto i +32°C lunedì, ma l’umidità ha fatto percepire circa +40°C in aree che non sono vicine all’acqua, ha affermato Environment Canada.
L’ondata di caldo da record potrebbe attenuarsi su parti della Columbia Britannica, dello Yukon e dei Territori del Nord-Ovest entro mercoledì, ma la tregua per le province della Prairie è lontana. Environment Canada ha reso noto che lunedì scorso sono stati battuti 103 record di caldo in British Columbia, Alberta, Yukon e Northwest Territories. Questi record includono i +47,9°C precedentemente rilevati a Lytton, in Columbia Britannica, dato che ha battuto il precedente record di +46,6°C, stabilito nella stessa cittadina il giorno precedente.

L’ondata di caldo senza precedenti che ha colpito anche il nord-ovest di Stati Uniti, in particolare Seattle e Portland, Oregon, si è spostata nell’entroterra, causando nuovi blackout a Spokane, Washington, a causa dell’eccessiva richiesta di energia elettrica. La polizia riporta diversi decessi nelle aree di Washington e nell’Oregon che possono essere legati al caldo intenso che è iniziato alla fine della scorsa settimana.
Le temperature a Seattle e Portland hanno toccato per diversi giorni consecutivi picchi record da oltre +37,7°C. Secondo il National Weather Service sono stati rilevati +42,2°C nell’aeroporto internazionale di Spokane martedì pomeriggio, la temperatura più alta mai registrata nella zona.
Circa 9.300 utenti di Avista Utilities a Spokane si sono visti tagliare l’energia elettrica e la società ha detto che altri blackout pianificati sono iniziati martedì pomeriggio nella città di circa 220mila persone. “Cerchiamo di limitare le interruzioni a un’ora per cliente,” ha affermato Heather Rosentrater, un vicepresidente di Avista per la fornitura di energia.

Meteo, ondata di caldo estrema negli USA occidentali: +47°C a Portland, +42°C a Seattle, nuovo record di tutti i tempi in Canada con +48°C