Francia, Macron procede per il Green Pass ma i ristoratori francesi si ribellano: “Non vogliamo controllare l’identità dei clienti”

Francia, stasera atteso il documento di Macron per il Green Pass obbligatorio dal 1° Agosto anche per bar e ristoranti. Torna anche l'ipotesi del coprifuoco ma nel Paese infuriano le proteste, oltre cento mila in piazza nel weekend

MeteoWeb

Dinanzi ad una ripresa definita “stratosferica” del coronavirus, il Consiglio dei ministri francese adotta oggi il progetto di legge annunciato lunedì scorso da Emmanuel Macron e che include, in particolare, l’obbligo di vaccinazione per il personale sanitario e l’estensione del pass sanitario a molte attività sociali come bar e ristoranti oltre che ai trasporti di lunga percorrenza in treno e aereo. Il testo, che verrà presentato entro stasera, passerà poi al vaglio del Parlamento per un esame che potrebbe giungere a conclusione già venerdì. “Abbiamo una quarta ondata (di Covid-19) che sta decollando, con un’innalzamento dell’incidenza stratosferica“, ha avvertito su France Info il portavoce del governo, Gabriel Attal, sottolineando la determinazione del governo ad andare avanti nonostante le proteste che nel fine settimana hanno visto scendere in piazza circa 110.000 manifestanti contrari all’obbligo del pass sanitario e alla vaccinazione obbligatoria per gli operatori sanitaria (che in Italia è già legge da mesi). Alcuni tra i manifestanti avevano stelle gialle simbolo della persecuzione degli ebrei e dei crimini nazifascisti durante la Seconda guerra mondiale. Durante le manifestazioni, è stato anche esposto un fotomontaggio con l’ingresso di un campo di concentrazione nazista e la scritta “il pass sanitario rende liberi”.

Domenica, Santè Publique France ha annunciato 12.532 casi in 24 ore, il livello più alto da metà maggio. In 37 dipartimenti di Francia il tasso di incidenza del coronavirus ha superato la soglia di allerta, fissata a 50 casi ogni 100 mila abitanti. Di qui, la necessità di avanzare a tambur battente per scongiurare l’avvento di una quarta ondata del coronavirus. Mentre nei centri di vaccinazione continuano ad affluire nuove richieste di prenotazione – soprattutto da parte di under-35 – per vaccinarsi al fine di ottenere il pass.  Intervenendo ai microfoni dell’emittente televisiva “BfmTv”, il sottosegretario agli Affari europei, Clement Beaune, non ha escluso la possibilità di applicare nuovamente un coprifuoco localizzato. “E’ una possibilità“, ha detto Beaune, sottolineando che si tratta di una misura che si potrebbe prendere nell’attesa che “il vaccino progredisca“.

Intanto però i ristoratori francesi si rifiutano di “dover scovare chi ha un finto pass sanitario o di controllare l’identità dei clienti“: lo ha detto Pascal Mousset, presidente degli albergatori e ristoratori dell’Ile-de-France, la regione di Parigi, in un’intervista a Bfm Business in merito al requisito del pass sanitario per entrare nei ristoranti e nei bar che scatterà a partire dal primo agosto. “Non è il nostro ruolo – ha aggiunto – ma se si tratta solamente di leggere un codice QR possiamo anche farlo perchè abbiamo bisogno di tornare alla normalita‘”, ha aggiunto Mousset.