Vaccino meno efficace, Israele inizia con la terza dose: domenica al via le somministrazioni. Sileri: “anche in Italia in autunno”

Dopo il Regno Unito, Israele è il secondo Paese ad aver ufficializzato la somministrazione di una terza dose di vaccino anti-Covid dovuta ad un calo dell'efficacia riscontrato nelle persone vaccinate 6 mesi fa

MeteoWeb

I governi iniziano a prepararsi a somministrare la terza dose di vaccino anti-Covid, dopo le notizie del calo di efficacia sulla variante Delta. Israele è il secondo Paese a muoversi in questa direzione dopo il Regno Unito, dove la somministrazione della terza dose è già stata programmata a partire da settembre.

Gli israeliani battono però sul tempo i britannici: già tra tre giorni, a partire da domenica 1 agosto, infatti, Israele inizierà ad offrire la terza dose di vaccino anti-Covid alle persone con più di 60 anni. Lo ha reso noto il Ministero della Sanità israeliano che ha chiesto alle casse mutue di organizzarsi in maniera adeguata. A ricevere la terza dose saranno gli over 60 che hanno ricevuto la seconda almeno cinque mesi fa. Ieri un team di esperti aveva consigliato al governo di passare alla distribuzione della terza dose, dopo aver notato un calo nell’efficacia del vaccino fra quanti sono stati immunizzati sei mesi fa.

Secondo uno studio di Pfizer, il vaccino della casa statunitense e della tedesca Biontech perde efficacia nel giro di sei mesi: scende dal 96% all’84% secondo i dati pubblicati in preprint non ancora sottoposti a peer-review. Stat News riporta che secondo uno studio di Pfizer in corso su più di 44.000 persone, l’efficacia del vaccino nel prevenire qualsiasi infezione da Covid-19 che causa anche sintomi minori è sembrato diminuire di una media del 6% ogni due mesi dopo la somministrazione. Il capo della ricerca e sviluppo dell’azienda farmaceutica ha detto che si aspetta che la terza dose sia “un po’ più duratura” della seconda dose.

In Israele ad oggi è vaccinato con almeno una dose il 66,73% di tutta la popolazione del Paese. Il 61,76% ha completato l’intero ciclo vaccinale previsto fino al momento con due dosi.

Oggi anche il sottosegretario alla salute del governo italiano, Sileri, ha annunciato la necessità di programmare la terza dose per i vaccinati italiani che ne hanno già ricevute due, spiegando che per chi si è vaccinato a gennaio il green pass scadrà a settembre.

Anthony Fauci: “con variante Delta vaccinati si contagiano e possono contagiare esattamente come tutti gli altri”