Vasto incendio divampa nel sud di Cipro: “è il peggiore della storia del Paese”, almeno 4 morti

Cipro ha chiesto aiuto all'Unione Europea e attende l'arrivo di risorse aeree da Italia e Israele

MeteoWeb

Un vasto incendio sta divampando per il 2° giorno nel sud di Cipro: finora sono almeno 4 le vittime di quello che il governo considera il peggiore nella storia del Paese.
Le fiamme hanno finora divorato 50 km  quadrati di foresta nella zona meridionale dell’isola e hanno costretto le autorità a evacuare dozzine di villaggi.

Cipro ha chiesto aiuto all’Unione Europea e attende l’arrivo di risorse aeree da Italia e Israele, mentre ieri sera sono arrivati dalla Grecia due Canadair CL-415.

Cipro sta affrontando un’ondata di calore dall’inizio della settimana, con temperature che hanno superato i +45°C. E’ soggetta a frequenti incendi boschivi durante il lungo periodo di siccità estiva, che tradizionalmente va da giugno a ottobre, ma quello scoppiato ieri a Nord della città portuale di Limassol e che sta devastando il fianco meridionale della foresta di Troodos – principale polmone verde dell’isola – è “il più grande” registrato sull’isola da decenni, ha dichiarato il presidente Nicos Anastasiades. “E’ una tragedia. La più grave dal 1974“. “Vite, proprietà, terre e foreste sono andate perse. Il governo aiuterà immediatamente le vittime e i loro parenti“, ha affermato il presidente.

Vasto incendio nel sud di Cipro [VIDEO]