Covid: 55.597 contagiati, 1.858 ricoverati e 119 morti dell’ultimo mese erano vaccinati. Il bollettino ISS aggiornato

Covid, nell'ultimo mese in Italia il 35% dei contagi, il 26% dei ricoveri e il 33% dei morti si è verificato tra i vaccinati. I dati ufficiali del bollettino ISS

MeteoWeb

L’Istituto Superiore di Sanità ha pubblicato, puntuale come ogni settimana, il bollettino della sorveglianza epidemiologica sul SARS-CoV-2: in Italia si continua a registrare un aumento dei casi, dei ricoveri e dei decessi nonostante l’elevatissimo numero di vaccinati. E il bollettino dell’ISS fornisce la tabella con i dati dettagliati dei contagiati, dei ricoverati e dei deceduti per stato vaccinale. Come possiamo osservare, nell’ultimo mese il 35% dei contagi, il 26% dei ricoveri e il 33% dei morti si è verificato tra i vaccinati. Quindi, pur colpendo maggiormente i non vaccinati, non è affatto vero che negli ospedali ci sono “solo” non vaccinati e non è affatto vero che i non vaccinati siano immuni dal virus tanto da avere un Green Pass che gli consente di partecipare ad assembramenti fuori controllo, trasformando questo strumento in un pericoloso vettore del virus.

Di seguito i dati aggiornati per copertura vaccinale al 24 luglio, quindi all’inizio del monitoraggio dell’ultimo mese (nota bene: tutti coloro che hanno ricevuto la seconda dose da meno di 14 giorni vengono considerati vaccinati con ciclo incompleto, mentre tutti coloro che hanno ricevuto la prima dose da meno di 14 giorni vengono considerati non vaccinati, quindi in realtà ci sono anche dei casi di contagi, ricoveri e morti che avevano ricevuto la prima dose e qui sono considerati non vaccinati, e ci sono anche contagi, ricoveri e morti che avevano ricevuto la seconda dose e qui sono considerati vaccinati con ciclo incompleto):

Totale popolazione con più di 12 anni: 54.009.901

  • Non vaccinati: 16.708.830 (30,9%)
  • Vaccinati con ciclo incompleto: 7.672.393 (14,2%)
  • Vaccinati con ciclo completo: 29.628.678 (54,8%)

Totale nuovi casi positivi negli ultimi 30 giorni: 160.002

  • Non vaccinati: 104.405 (65,2%)
  • Vaccinati con ciclo incompleto: 21.703 (13,5%)
  • Vaccinati con ciclo completo: 33.894 (21,2%)

Totale ospedalizzazioni: 7.020

  • Non vaccinati: 5.162 (73,5%)
  • Vaccinati con ciclo incompleto: 509 (7,2%)
  • Vaccinati con ciclo completo: 1.349 (19,2%)

Totale ricoveri in terapia intensiva: 625

  • Non vaccinati: 500 (80,0%)
  • Vaccinati con ciclo incompleto: 30 (4,8%)
  • Vaccinati con ciclo completo: 95 (15,2%)

Totale decessi: 365

  • Non vaccinati: 246 (67,4%)
  • Vaccinati con ciclo incompleto: 27 (7,4%)
  • Vaccinati con ciclo completo: 92 (25,2%)

Rispetto alla scorsa settimana, la percentuale dei contagi, dei ricoveri e dei morti tra i vaccinati è in sensibile aumento.

bollettino iss 28 agosto 2021 casi ricoveri e morti per stato vaccinale

Anche questa settimana, il bollettino conferma che “l’efficacia dei vaccini non è calcolabile per gli under 40 per bassa frequenza di eventi”. Significa che gli under-40muoiono e finiscono in terapia intensiva così raramente che non si può calcolare quale sia l’eventuale efficacia delle vaccinazioni. Come vediamo nella tabella sopra, tra gli under 60 nell’ultimo mese in Italia abbiamo avuto 35 morti non vaccinati, molti meno degli 89 decessi over 60 che erano già stati vaccinati con ciclo completo. Anche il numero dei ricoverati in terapia intensiva è molto più basso tra i giovani non vaccinati (57 under 40) rispetto agli adulti/anziani vaccinati con ciclo completo (81 over 60). Questi dati dimostrano come e quanto l’età rimanga la principale discriminante del virus, a prescindere dalle vaccinazioni.