Covid, in Calabria altri 2 morti completamente vaccinati ed è in arrivo la “zona gialla”

Covid, in Calabria altri 2 morti tra i soggetti completamente vaccinati. E se i numeri non migliorano, domani potrebbe scattare la "zona gialla" con decorrenza da lunedì prossimo

MeteoWeb

La Regione Calabria ha comunicato nel bollettino odierno 4 nuovi morti positivi al Covid-19, di cui 2 registrati nelle ultime 24 ore e altri 2 risalenti al 3 settembre. In questo caso si tratta di due pazienti di una RSA della provincia di Cosenza, entrambi deceduti per le complicanze del virus nonostante fossero vaccinati con ciclo completo. Intanto il numero dei ricoverati Covid positivi in Calabria aumenta ulteriormente, nonostante più del 75% della popolazione calabrese si sia già sottoposto alla vaccinazione. Nel bollettino diramato oggi pomeriggio, la Regione comunica 181 ricoverati Covid negli ospedali calabresi, di cui 163 nei reparti ordinari e 18 in terapia intensiva. Entrambi i dati sono superiori alla soglia che prevede il passaggio in zona gialla, che è pari a 142 ricoveri nei reparti ordinari e a 17 nelle terapie intensive. Domani sarà una giornata decisiva, perchè il Ministero della Salute dispone per la settimana successiva le eventuali restrizioni e i colori delle Regioni in base ai dati di ogni martedì. Se domani in Calabria non diminuiranno di 22 unità i ricoveri nei reparti ordinari, o almeno di 2 unità i ricoveri in terapia intensiva, automaticamente venerdì verrà dichiarata con apposita ordinanza ministeriale la “zona gialla” a partire da lunedì 20 settembre.

La Calabria sarebbe la seconda Regione d’Italia a passare in “zona gialla” dal nuovo decreto del 22 luglio che ha cambiato i parametri e fissato nel 15% di occupazione dei posti letto nei reparti ordinari e nel 10% delle terapie intensive per il passaggio da “bianco” a “giallo”. La Sicilia, infatti, è già in zona gialla dal 30 agosto e ci rimarrà, in base all’ordinanza del ministero della Salute, almeno fino a domenica 26 settembre. Una volta entrata in zona gialla, una Regione rimane nella nuova fascia almeno per due settimane, anche se la situazione dovesse migliorare dopo pochi giorni.

In zona gialla torna l’obbligo di mascherina anche all’aperto (ma soltanto laddove non è possibile mantenere il distanziamento) e viene ridotto ad appena 2.500 il numero di presenze di pubblico e spettatori negli stadi o in altri eventi come concerti all’aperto, e ad appena 1.000 in quello nei palazzetti ed impianti al chiuso sempre per concerti e manifestazioni sportive.

Con appena 1.357 morti complessivi dall’inizio della pandemia su 81.037 casi accertati e 2 milioni di abitanti, la Calabria rimane la Regione d’Italia di gran lungo meno colpita dal nuovo Coronavirus sia per contagi che per incidenza, letalità e mortalità.