Covid, le Filippine decidono di abolire tutte le restrizioni nonostante la nuova ondata di contagi

Covid, nuova ondata di contagi nelle Filippine: occupato il 70% dei posti letto disponibili, ma il Governo abolisce tutte le restrizioni: "non possiamo rimanere chiusi per sempre, l'economia e la società devono ripartire"

MeteoWeb

Fra l’incudine di un’economia in difficoltà e il martello dell’emergenza sanitaria, le Filippine si apprestano ad allentare le restrizioni anti-Covid da domani, per consentire la ripresa di più attività commerciali, anche se il Paese registra un numero record di casi giornalieri e un tasso di positività ai test che sfiora il 30%. Lo riportano vari media internazionali, tra cui Al Jazeera. Ieri le Filippine hanno registrato un record di 22.415 casi di Covid-19, con un tasso di positività del 28,8%. Sono stati segnalati almeno 103 decessi in più, portando il bilancio ufficiale delle vittime del paese a oltre 35.000. Il Dipartimento della Salute, citato da Al Jazeera, afferma che tre dei quattro nuovi casi di Covid-19 registrati sono stati ora identificati come la variante Delta più trasmissibile. A partire da lunedì, tutta l’area metropolitana di Manila, ad eccezione del centro della città, è ora classificata al livello di allerta 4, il livello più alto, con oltre il 70% dei letti ospedalieri e dei posti in terapia intensiva occupati. Ma il governo ha deciso di abolire tutte le restrizioni da domani per salvaguardare l’economia del Paese.