La meraviglia del foliage nel mondo

Quando in autunno le foglie si colorano di tutte le sfumature del giallo, dell'arancio e del rosso si parla di foliage. La meraviglia di questo fenomeno può essere osservata in molti luoghi del mondo: dagli USA, alla Germania, dalla Scozia al Giappone, dove si va a "caccia di aceri"

/
MeteoWeb

 

Con il termine foliage si indica il momento in cui le foglie di alberi come aceri, querce e faggi, si tingono di tutte le sfumature del rosso e del giallo contrastando con il verde perenne di abeti e pini.

Esistono numerosi luoghi nel mondo in cui ammirare questo fenomeno, tra i più suggestivi vi sono il Vermont e il New Hampshire, due stati americani molto diversi tra loro ma accomunati dalle meraviglie dell’autunno. In Giappone, poi, esiste una tradizione che prevede che si vada a “caccia di aceri” per ammirarli nella loro rossa stagione e farsi pervadere da un’atmosfera contemplativa.

Il foliage negli USA

foliage new hampshireTra i mesi di settembre e novembre gli appassionati del foliage si recano nel New England per godere della meraviglia delle foglie che si colorano di rosso, giallo e arancione nelle foreste e nei boschi del Vermont e del New Hampshire.
Questi due stati sono confinanti ma in comune possiedono solo lo spettacolo del foliage che si svolge ogni autunno.

Il nome del Vermont, che si traduce dal francese “monte verde”, proviene dalla presenza della catena montuosa delle Green Mountains che attraversano da nord a sud tutto lo Stato, è caratterizzato da un paesaggio ricoperto da boschi e terreni agricoli e punteggiato da un grande numero di stagni, laghetti e da piccoli villaggi in cui si ergono minute chiese bianche.
La capitale Montpelier ha solo 7.000 abitanti, mentre l’intera regione ne possiede solo 650.000, ed è simbolicamente rappresentativa dell’economia rurale dello Stato.
Uno dei punti migliori in cui apprezzare il foliage è Jenne Farm, a Reading, nel centro del Vermont, che è una delle fattorie più fotografate al mondo.

Al contrario il New Hampshire, ha uno sbocco sull’Oceano a Portsmouth, mentre la capitale è Concord, e si configura il quarto stato più industrializzato degli USA nonostante sia il più piccolo.
La natura montuosa è definita dalla catena delle White Mountains e dal monte Washington alle cui pendici prosperano piante alpine rarissime e la betulla nana.
Tra i punti migliori in cui ammirare il foliage vi è proprio la White Mountain National Forest a nord. Tra le 48 vette che superano i 1200 metri si trovano panorami incontaminati su vallate, foreste, cascate che si tuffano da granitiche rocce, fiumi e laghetti in cui si specchiano le cime rosse degli alberi.

Questi luoghi sono quelli cantati dal poeta americano dell’autunno, Robert Frost, nella raccolta dal titolo “New Hampshire” che narra con le parole degli incantevoli e nostalgici paesaggi della regione da fine settembre a metà ottobre quando aceri, faggi, querce, pioppi e betulle si tingono di maestose sfumature di rosso.

La “caccia agli aceri” in Giappone

giardino giapponeseIl giardino giapponese è da sempre un luogo sia decorativo sia simbolico, un angolo della natura dedicato alla contemplazione e al riposo che permette di giungere a una dimensione di armonia e pace interiore.

Una delle stagioni in cui i giardini divengono più suggestivi è l’autunno, poiché in questo periodo le foglie degli aceri giapponesi si colorano di sfumature dal verde al giallo, dall’arancio al rosso intenso. Il Momijgari è un’antica tradizione, un tempo appannaggio esclusivo dei nobili, che consta dell’andare “a caccia” di questi alberi per concedersi alla contemplazione del manto colorato di cui sono ricoperti.

Questo spettacolo naturale si svolge in un arco di circa 50 giorni, iniziando a settembre da Hokkaidö, l’isola più a nord dell’arcipelago giapponese, e spostandosi via via verso sud tra ottobre e novembre nell’isola di Kyushu.
Grazie ai fattori climatici di quest’area geografica, in cui l’alto tasso di umidità rallenta il momento della caduta delle foglie che tardano a lasciare l’albero e seccarsi, il foliage è uno spettacolo impareggiabile.

Tra i luoghi maggiormente suggestivi e più popolari per il momijgari sono le città di Nikko e Kyoto, ma anche il torrente Oirase, che nasce dal lago Towada formatosi in una caldera vulcanica, si distingue per essere uno dei luoghi nipponici di maggior richiamo per ammirare i colori autunnali.

Romantico foliage in Baviera

foliage bavieraAnche l’Europa è un luogo dove ammirare alcuni degli spettacoli autunnali più belli del mondo. In Germania, precisamente nella regione della Baviera, c’è un luogo magico chiamato Romantic Strasse.
Il ritmo lento dell’autunno pervade le montagne dalle punte innevate e la Baviera si trasforma in un immenso parco di cittadine medievali come Rothenburg ob der Tauber e Dinkelsbühl che invitano a fermarsi per sorseggiare un bicchiere di vino.

Tra le avventure visive che il foliage riserva in Baviera vi sono certamente i paesaggi che si incontrano visitando castelli come il Castello di Neushwanstein, che ha ispirato i disegni delle fiabe portate sullo schermo dalla Disney. Le prime nevi accendono l’effetto dei colori autunnali che si stagliano sulla tela bianca delle montagne.

L’autunno a Monaco di Baviera scorre all’insegna delle feste della birra, ma con il sottofondo delle allegre bande bavaresi si offrono ai visitatori anche romantiche passeggiate nei parchi sotto il suggestivo foliage, come quello delle querce dell’Englischer Garten che si rivestono di sfumature rosse e dorate.

Le foreste incantate della Scozia

foliage scoziaSpesso non è necessario spostarsi in continenti lontani per trovare una rigogliosa natura incontaminata e tinteggiata di rosso. Le sconfinate e selvagge Highlands offrono quest’opportunità ai viaggiatori.

Lo spirito dell’autunno si fa più vivace in questi luoghi in cui la quasi totale assenza di centri urbani garantisce agli alberi di riflettere i loro colori nella moltitudine di laghi che caratterizzano la regione.
Meta essenziale del foliage in Scozia è la cittadina vittoriana di Pitlochry, splendido borgo pervaso da un’atmosfera d’altri tempi e bagnato dal fiume Tummel, il quale nasce nella regione settentrionale del Pertshire, lungo il quale i villeggianti si possono addentrare tra i boschi arancioni.

Nel mese di ottobre, inoltre, tra i boschi di Pitlochry si svolte The Enchanted Forest, uno spettacolo di suoni, luci, colori che attira e incanta ogni anno 30.000 turisti.