Sicilia resta l’unica Regione in zona gialla, Toscana supera soglia delle terapie intensive: i dati

Almeno fino al 12 Settembre nessun'altra Regione passerà in "zona gialla": Calabria e Sardegna salve per un soffio. La Toscana supera la soglia in terapia intensiva e le Marche la sfiorano

MeteoWeb

Diminuiscono lievemente per il terzo giorno consecutivo i ricoverati Covid positivi nei reparti ospedalieri italiani, ma soltanto perchè siamo in una situazione di contagi stabili che si trascina da oltre un mese e abbiamo raggiunto un elevato numero di morti giornalieri che nell’ultima settimana oscilla tra 50 e 60. Quindi nonostante un continuo afflusso di pazienti nei reparti, la morte quotidiana di diverse decine di degenti consente di mantenere la situazione ancora sotto controllo finchè i contagi rimarranno così contenuti.

Tutt’Italia rimane in zona bianca, tranne la Sicilia che è in zona gialla da lunedì scorso, grazie al decreto del 22 luglio che ha rivisto i parametri facendo in modo che sia molto difficile passare in fasce colorate (gialla, arancione e rossa) in base al numero dei ricoverati. Calabria e Sardegna, ad esempio, hanno da tempo superato la soglia della zona gialla rispettivamente nei reparti ordinari (Calabria) e nelle rianimazioni (Sardegna), ma rimangono di un soffio sotto la soglia dell’altro e quindi manterranno la zona bianca almeno fino al 12 Settembre. Oggi per la prima volta anche la Toscana ha superato la soglia della zona gialla in terapia intensiva, ma non rischia il cambio di colore perchè nei reparti ordinari ha ancora un margine molto ampio di posti liberi. Situazione analoga nelle Marche, ad appena 1 ricovero dalla soglia della zona gialla in terapia intensiva ma ancora con ampio margine nei reparti.

covid ricoveri regioni 3 settembre 2021