L’impatto del ciclone Shaheen visto dallo Spazio: piogge record e 13 morti in Oman

Shaheen ha effettuato il landfall il 3 ottobre vicino ad al-Khabura, in Oman

MeteoWeb

L’impatto della tempesta ciclonica Shaheen in Oman è stato osservato dallo Spazio, dai satelliti Copernicus Sentinel-2A e Sentinel-2B.
I dati delle missioni Copernicus ci consentono di monitorare gli effetti dei disastri naturali in tutto il mondo.
Le immagini in alto sono state catturate il 30 settembre (a sinistra) e il 5 ottobre 2021 (a destra), e mostrano le conseguenze disastrose della tempesta ciclonica Shaheen sulle aree costiere dell’Oman.

Shaheen ha effettuato il landfall il 3 ottobre vicino ad al-Khabura (la città è visibile in alto a destra di ogni immagine), provocando 13 morti.

Secondo i meteorologi della Yale Climate Connection, la quantità di pioggia scaricata da Shaheen è stata superiore al totale medio di un anno intero. Nella sola Al-Marat, vicino alla capitale Mascate, sono stati registrati 136,6 mm di pioggia. All’aeroporto internazionale di Seeb sono caduti ben 73 mm, in un’area dove il dato medio annuo è 89,7 mm.