Maltempo in Calabria, emergono gli effetti degli incendi in Aspromonte: Roccaforte del Greco isolata a causa delle frane, alcuni torrenti esondati – FOTO

Maltempo in Calabria: dalla tarda serata di ieri 24 ottobre, Roccaforte del Greco, comune dell'Aspromonte, è isolata a causa di frane verificatesi a seguito delle forti piogge che stanno colpendo l'area

/
MeteoWeb

Iniziano ad emergere in queste ore le criticità provocate dagli incendi che hanno devastato l’Aspromonte nel corso delle estate. Ora che la Calabria si ritrova colpita dalle piogge torrenziali provocate dal Ciclone Mediterraneo, che ha già causato una vittima e devastazione in Sicilia, il terreno mostra tutta la sua fragilità. Ne è un esempio quanto successo a Roccaforte del Greco, comune a 971 metri s.l.m., sul versante meridionale dell’Aspromonte, nel Reggino, dove si sono verificate alcune frane che hanno lasciato la località isolata (vedi foto della gallery scorrevole in alto).

Dalla tarda serata di ieri 24 ottobre, Roccaforte del Greco è isolata. La Città Metropolitana è intervenuta per risolvere l’emergenza e sta ancora operando per ripristinare la viabilità (almeno provvisoria) in località Paci SP 23 a un 1km circa dal centro abitato.

Al momento in Aspromonte, si registrano 85mm a Platì e 84mm a Santa Cristina d’Aspromonte. Nel resto della Calabria, punte di 133mm a Mongiana, 107mm a Chiaravalle Centrale, 100mm a Serra San Bruno.

Le piogge intense delle ultime ore hanno provocato lo straripamento di fiumi e torrenti mentre altri sono a rischio o sotto osservazione nella regione, secondo quanto riferito dalla Protezione civile regionale. La zona più colpita, al momento, è quella del Reggino, dove ha straripato il fiume Bonamico, in località Pace a San Luca, e il torrente La Verdea a ridosso della statale 106, tra Bianco ed Africo, con l’allagamento di terreni agricoli circostanti. Sempre nel Reggino, è a rischio esondazione il fiume Molaro, a Montebello Ionico, dove è stato compiuto un sopralluogo congiunto tra tecnici del Comune ed i Vigili del Fuoco. Sono attenzionati anche il torrente Budello, a Gioia Tauro, e il torrente Catone, a San Roberto. A Seminara alcune piccole frazioni sono rimaste prive di energia elettrica. Una caduta di massi si è verificata sulla ex strada provinciale Zaccanopoli-Pargelia, nel Vibonese, con ostruzione parziale della sede stradale che impedisce il transito ai mezzi pesanti. Nelle altre province, al momento, non vengono segnalate problematiche particolari, nonostante la forte pioggia ed il vento.

Intanto, la Protezione Civile della Calabria ha diramato l’allerta rossa anche per domani, martedì 26 ottobre, e moltissimi comuni stanno decidendo di chiudere le scuole.

Per monitorare la situazione meteo, ecco le migliori pagine del nowcasting: