Previsioni Meteo: azione instabile dal Nord Europa sul Mediterraneo centrale, l’autunno entra nel vivo

Previsioni Meteo: bassa pressione tra la Liguria, la Toscana e l'Emilia in evoluzione verso il Centro. Rovesci e temporali su molte regioni, localmente forti. Ecco le aree più interessate fino alla mezzanotte prossima

MeteoWeb

La circolazione generale sta cambiando sull’Italia. Come da previsioni meteo, gli affondi depressionari dal Nord Atlantico e dal Nord Europa, stanno progressivamente assumendo una direttrice meridiana in corrispondenza dell’Europa centrale e del nostro bacino. Non più, quindi, correnti portanti sud-occidentali, ma più direttamente settentrionali. Insieme alla saccatura, però, si è andato formando anche un minimo depressionario a tutte le quote, da quelle medio-alte fino al suolo, quindi con circolazione ciclonica proprio in corrispondenza della nostra penisola, in particolare tra le regioni settentrionali e quelle centrali. Naturalmente intorno al minimo, collocato in queste ore mattutine di mercoledì 6 ottobre, tra la Liguria, l’Emilia-Romagna, la Toscana settentrionale e localmente la Pianura Padana, la circolazione è di tipo ciclonico con correnti nordorientali sulle regioni settentrionali, occidentali o ancora sud-occidentali verso parte del Centro e al Sud.

Rispetto alla collocazione del minimo, le aree più direttamente interessate da rovesci e temporali, saranno, secondo le previsioni meteo per la mattinata, soprattutto quelle centro-orientali del Nord, dalla Lombardia verso Est, ma di più la Lombardia, soprattutto centrale e poi l’Emilia. Progressivamente fenomeni anche sulla Romagna e sulla Toscana , specie centro-settentrionale. Molte nubi con rovesci e temporali sin dal mattino anche al Centro, soprattutto tra Lazio, Umbria, Marche; locali rovesci mattutini anche sulla Sicilia, specie centrale, poi verso quella nordorientale e localmente sulla Calabria, anche qui specie centrale, localmente meridionale. Tempo generalmente migliore altrove, salvo locali nubi e qualche rovescio sulla Sardegna centro-meridionale e sull’estremo Sud della Puglia. Per le ore pomeridiane, i rovesci e i temporali più intensi, anche localmente violenti, interesseranno il Friuli-Venezia Giulia, localmente il Veneto e di più l’Emilia, soprattutto l’area centrale, il Reggiano, il Modenese, anche il Bolognese occidentale e verso la Toscana settentrionale, in particolare il Lucchese e il Pistoiese: possibili accumuli anche importanti su queste aree, specie tra Emilia e Nord Toscana, fino a 60/80 o anche100 mm in unità di tempo ridotta e rischio di locali dissesti o allagamenti lampo. Temporali forti anche sul Lazio centro-orientale, localmente verso il Sud Umbria e Ovest Abruzzo, qualcuno sulla Campania nordoccidentale, Casertano, Nordovest Beneventano e altri possibili temporali forti sulla Sicilia centro-orientale, localmente verso la Calabria meridionale, anche su queste aree con rischio di qualche locale allagamento lampo. Tempo migliore sul resto dei settori, salvo nubi irregolari e qualche pioggia locale. Le temperature, secondo le previsioni meteo, sono attese più o meno stazionarie o in lieve aumento al Nordovest, magari qualche locale calo sul medio-basso Adriatico, al Sud e sulla Sicilia: punte massime non oltre +28/+29°C sul medio-basso Adriatico e sull’estremo Sud, mediamente comprese tra +20 e +27°C sul resto dei settori, magari localmente anche inferiori ai 20°C sulle pianure settentrionali e centro-orientali.

Per monitorare la situazione meteo, ecco le migliori pagine del nowcasting: