Notte di paura a Roma, il Ponte di ferro devastato da un incendio: altissima colonna di fumo sulla Capitale, interi quartieri senza gas e luce [FOTO e VIDEO]

Roma, in fiamme il Ponte di Ferro tra Ostiense e Marconi, alcuni quartieri sono rimasti senza elettricità e gas. Da oggi si rischia il caos traffico

  • Foto Giulia Marrazzo / Ansa
    Foto Giulia Marrazzo / Ansa
  • Foto Giulia Marrazzo / Ansa
    Foto Giulia Marrazzo / Ansa
  • Foto Giulia Marrazzo / Ansa
    Foto Giulia Marrazzo / Ansa
  • Foto Giulia Marrazzo / Ansa
    Foto Giulia Marrazzo / Ansa
  • Foto Giulia Marrazzo / Ansa
    Foto Giulia Marrazzo / Ansa
  • Foto Giulia Marrazzo / Ansa
    Foto Giulia Marrazzo / Ansa
  • Foto Giulia Marrazzo / Ansa
    Foto Giulia Marrazzo / Ansa
  • Foto Giulia Marrazzo / Ansa
    Foto Giulia Marrazzo / Ansa
  • Foto Giulia Marrazzo / Ansa
    Foto Giulia Marrazzo / Ansa
  • Foto Claudio Peri / Ansa
    Foto Claudio Peri / Ansa
  • Foto Claudio Peri / Ansa
    Foto Claudio Peri / Ansa
  • Foto Angelo Carconi / Ansa
    Foto Angelo Carconi / Ansa
  • Foto Angelo Carconi / Ansa
    Foto Angelo Carconi / Ansa
  • Foto Angelo Carconi / Ansa
    Foto Angelo Carconi / Ansa
  • Foto Angelo Carconi / Ansa
    Foto Angelo Carconi / Ansa
  • Foto Angelo Carconi / Ansa
    Foto Angelo Carconi / Ansa
/
MeteoWeb

Colonna di fumo nero nel cielo di Roma nella notte per l’incendio che ha interessato il Ponte dell’Industria, tra Ostiense e Marconi: le fiamme hanno avvolto la struttura lunga circa 131 metri, costruita tra il 1862 e il 1863 da una società belga per congiungere la linea ferroviaria di Civitavecchia alla stazione centrale Termini.
I Vigili del fuoco hanno lavorato a lungo per spegnere le fiamme. Coinvolto anche il nucleo Nbcr (Nucleare, biologico, chimico, radiologico), che interviene nel caso di rischi quando ci si trova davanti a sostanze potenzialmente pericolose per la salute pubblica.
I pompieri hanno confermato che non ci sono persone coinvolte.
Le fiamme, ancora di origini ignote, hanno riguardato anche una condotta del gas sotto al ponte, oltre alla vegetazione intorno e alcuni ricoveri di fortuna.
L’incendio è stato aggravato dall’interessamento delle tubature di elettricità e gas. Al momento non risultano feriti. All’arrivo dei vigili non sono state trovate persone coinvolte,” ha spiegato il comandante provinciale dei Vigili del fuoco, Francesco Notaro.

Secondo alcune testimonianze al vaglio, le fiamme che hanno colpito il Ponte di ferro a Roma sarebbero partite dalle baracche che si trovano sotto la struttura, accampamenti dove vivono diverse persone: il fatto è comunque da accertare.

incendio ponte di ferro roma

Mancavano pochi minuti alle 23, quando è andata via la corrente e all’improvviso abbiamo sentito un odore fortissimo di gas. Ci siamo affacciati alla finestra e abbiamo visto fiamme altissime sul ponte,” ha dichiarato all’Adnkronos Massimiliano, impiegato di 55 anni, residente in una delle palazzine in via del Ponte Fluviale in zona Ostiense, a pochi metri da dove il ponte dell’Industria è stato divorato dalle fiamme. “Un incendio devastante. La nostra paura era per le fiamme partite dalle sterpaglie, che hanno bruciato le tubature della corrente e del gas“.
Alcuni quartieri (circa 180 famiglie) a ridosso di Ostiense sono rimasti senza elettricità e gas in seguito all’incendio. Da oggi si rischia il caos traffico dato che il ponte collega due zone nevralgiche della Capitale, quella di Marconi e Ostiense. Il Campidoglio ha attivato il Centro Operativo Comunale, con la protezione civile della Capitale al lavoro per attivare servizi sostitutivi nella zona.

Si stringe il cuore per questo pezzo di storia. Già domani mattina è stato convocato il comitato operativo comunale per cercare di ripristinare quanto prima tutti i servizi, gas e luce. Ora è in corso una verifica sulla stabilità del ponte ed al netto delle indagini cercheremo di riaprire quanto prima la viabilità. Ringrazio i vigili del fuoco che sono accorsi immediatamente lavorando in situazione di grandissimo pericolo“: lo ha dichiarato il sindaco di Roma Virginia Raggi, recatasi sul luogo dell’incendio all’Ostiense.

Il rogo che ha avvolto Ponte di ferro a Roma ha fatto crollare una sezione lunga circa 7 metri di una passerella che corre sotto la struttura e che serviva per la manutenzione e il passaggio di cavi elettrici, ha spiegato il comandante Notaro. “E’ presto per dire quando sarà possibile riaprire il ponte” ha aggiunto Notaro, intervistato da RaiNews24, “perché anche se la struttura in sé appare intatta, abbiamo già notato delle possibili deformazioni. Serviranno un sopralluogo e altre verifiche“. Molto alta la temperatura raggiunta dalle fiamme, alimentata dal rivestimento di gomma dei cavi elettrici. A scatenare il rogo, ha riferito Notaro, potrebbero essere state le bombole di gas usate da alcuni senza dimora che si erano creati alloggi di fortuna proprio lungo la passerella andata distrutta.

La Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino ha emesso un’ordinanza urgente con misure di interdizione alla navigazione e allo stazionamento di un tratto del Tevere all’altezza del ponte.

incendio ponte di ferro roma

Un incendio simile a quello di ieri sera, ma di proporzioni più ridotte, ha interessato il Ponte di ferro, a Roma, già nel febbraio del 2013: in quel caso le fiamme si sprigionarono da alcune baracche presenti sotto il ponte, lungo la banchina del Tevere. Il rogo interessò anche i cavi dell’alta tensione, cosa che costrinse poi l’Acea a lavori di sistemazione. Il ponte rimase chiuso a lungo causando notevoli disagi al traffico della zona. Le fiamme interessarono in quel caso solo in parte la struttura del ponte dell’Industria, che, invece, ieri sera è andato completamente a fuoco, perdendo alcuni pezzi nel Tevere.

Roma, il Ponte di ferro distrutto da un incendio: il momento del crollo [VIDEO]

Roma: in fiamme nella notte il Ponte dell’Industria, tra Ostiense e Marconi [VIDEO]

Incendio a Roma: in fiamme il Ponte di Ferro tra Ostiense e Marconi [VIDEO]