Blue Origin, il 2° volo turistico di New Shepard un nuovo storico successo: il Capitano Kirk è andato (davvero) nello Spazio [FOTO e VIDEO]

Nuova pietra miliare di Blue Origin: effettuato con successo il 2° lancio con equipaggio della capsula New Shepard, il 18° volo complessivo del veicolo

/
MeteoWeb

Dopo un rinvio di 24 ore dovuto al forte vento, oggi Blue Origin ha messo a segno un nuovo successo, il secondo lancio con equipaggio della capsula New Shepard: a bordo 4 persone, tra cui William Shatner, l’attore che interpretava il leggendario Capitano Kirk in Star Trek.
Il lancio è avvenuto in ritardo (il countdown è stato fermato due volte), con partenza dalla base della Blue Origin in Texas alle 16:50 ora italiana (il decollo era previsto alle 16, il “Go” è stato dato alle 16:41).
Jeff Bezos in persona ha accompagnato i quattro membri dell’equipaggio fino al veicolo New Shepard: dopo averli guidati fino alla base di lancio e averli accompagnati sulle scale, ha suonato con loro la tradizionale campanella e li ha salutati prima dell’ingresso nella capsula. Una volta assicurati ai propri sedili, li ha salutati ancora una volta e poi ha chiuso il portellone.

Blue Origin

Il volo è durato complessivamente una decina di minuti: i motori del razzo a stadi singolo hanno spinto la capsula per poco più di 2 minuti fino a 50 km di quota a più di 3mila km/h.
Subito dopo la capsula è stata rilasciata e ha proseguito l’ascesa in traiettoria balistica raggiungendo un’altezza massima di 106 km prima di iniziare la discesa, frenata da paracadute, mentre il razzo è rientrato alla base di lancio in modo controllato (atterraggio alle 16:57).
Blue Origin, come noto, si spinge al di sopra della linea di Kármán (100 km) che le autorità internazionali riconoscono come il confine dello Spazio.
Per poco più di 3 minuti i 4 a bordo hanno potuto godere di una vista unica del pianeta e sperimentare l’assenza di peso.

Nuovo successo per Blue Origin: il rientro della capsula [VIDEO]

Blue Origin: il momento dell’apertura del portellone [VIDEO]

blue origin
Credit: Blue Origin

La missione NS- 18 e l’equipaggio

Shatner e Audrey Powers di Blue Origin, vicepresidente della missione e delle operazioni di volo della compagnia, sono partiti insieme ai passeggeri paganti Chris Boshuizen, co-fondatore della società di osservazione della Terra Planet, e Glen de Vries, vicepresidente presso la società di software francese Dassault Systèmes. I due imprenditori non hanno rivelato quanto hanno pagato per i loro posti, ma è probabile che sia un prezzo consistente (Blue Origin ha tenuto un’asta all’inizio di quest’anno per il primo posto su New Shepard, venduto per 28 milioni di dollari).

William Shatner (secondo da destra) volerà insieme ad altri tre privati ​​cittadini come parte del volo spaziale suborbitale Blue Origin. Da sinistra Chris Boshuizen, Audrey Powers e Glen de Vries.
Chris Boshuizen, William Shatner, Audrey Powers e Glen de Vries

La missione “NS-18” è stata il secondo lancio con equipaggio di New Shepard e il 18° volo complessivo del veicolo (da cui il nome). La prima missione con equipaggio è decollata il 20 luglio: a bordo il fondatore di Blue Origin Jeff Bezos, suo fratello Mark, la pioniera dell’aviazione Wally Funk e lo studente olandese Oliver Daemen.
Su quel volo, il 18enne Daemen e l’82enne Funk sono diventati rispettivamente la persona più giovane e più anziana a raggiungere lo Spazio. Shatner, che ha 90 anni, ha strappato il titolo a Funk quando oggi, NS-18 si è innalzata verso l’ultima frontiera.