Quattro eclissi, allineamenti planetari e piogge di stelle cadenti: gli eventi di astronomia più importanti del 2022

Quattro eclissi, di cui due visibili dall'Italia, tanti sciami meteorici e imperdibili allineamenti planetari saranno tra gli eventi di astronomia più importanti del 2022

MeteoWeb

Intriganti allineamenti planetari, due eclissi totali di Luna, due parziali di sole e stelle cadenti sono solo alcuni degli eventi astronomici che ci riserverà il 2022. Ecco le date che gli astronomi e i semplici appassionati di tutto il mondo dovranno segnarsi sui loro calendari per non perdere gli eventi di astronomia più importanti del nuovo anno.

Fine marzo: Trio di pianeti

Il primo degli eventi astronomici degni di nota dell’anno arriverà alla fine di marzo, quando tre pianeti si “incontreranno” nel cielo mattutino. Marte, Saturno e Venere appariranno molto vicini prima dell’alba durante le ultime due settimane di marzo. Il trio sarà così vicino da trovarsi nello stesso campo visivo di alcuni telescopi e binocoli.

Lo spettacolo continuerà anche ad aprile, con Marte e Saturno che appariranno estremamente vicini nelle mattine del 4 e del 5 aprile, quasi sovrapponendosi, mentre Venere brillerà nelle vicinanze.

21-22 aprile: Sciame meteorico delle Liridi

Tra 21 e 22 aprile, avverrà il picco dello sciame meteorico delle Liridi. Sarà il primo sciame meteorico a raggiungere il picco in oltre tre mesi (dopo le Quadrantidi nei primissimi giorni di gennaio), producendo circa 15 stelle cadenti all’ora.

Le Liridi saranno seguite dalle Eta Aquaridi meno di due settimane dopo, uno sciame meteorico che può offrire tra 20 e 40 meteore all’ora nella notte tra 4 e 5 maggio. Questo sarà anche il miglior sciame meteorico dell’anno per l’emisfero meridionale.

30 aprile: Luna Nera ed eclissi parziale di sole

Il terzo grande evento astronomico dell’anno è l’unico che non si può vedere, nemmeno con l’aiuto di un telescopio. Il termine “Luna Blu” è diventato popolare negli ultimi anni per descrivere la seconda Luna piena in uno stesso mese, anche se la Luna non diventa davvero di colore blu. La “Luna nera” di aprile è la controparte della Luna Blu, usata per descrivere la seconda luna nuova del mese. Le nuove lune non possono essere osservate, poiché è il momento in cui il lato illuminato della Luna è rivolto lontano dalla Terra. Sebbene la Luna Nera non possa essere individuata nel cielo, questo è un buon momento del mese per osservare le stelle poiché manca l’inquinamento luminoso naturale provocato dalla Luna, offrendo viste migliori del cosmo.

Ma il 30 aprile si verificherà anche un’eclissi parziale di sole, che però sarà visibile solo dalla parte più meridionale del Sud America, da parti dell’Antartide e dagli oceani Pacifico e Atlantico.

15-16 maggio: Eclissi lunare totale

La Luna diventerà rossa durante la notte tra 15 e 16 maggio, poiché passerà attraverso l’ombra della Terra. Lo spettacolo sarà visibile all’alba dall’Italia come un’eclissi parziale.

C’è stata un’impressionante eclissi lunare parziale lo scorso novembre, quando il 97% della Luna si è oscurato e solo per poco non è stata considerata un’eclissi totale. C’è stata anche un’eclissi lunare totale a maggio 2021.

14 giugno: Prima Superluna del 2022

superluna

Il 2022 porterà un trio di sSperlune e la prima brillerà a metà giugno. Le Superlune si verificano quando c’è una luna piena vicino al perigeo, ossia il punto nell’orbita della Luna quando è più vicina alla Terra. Il risultato è una Luna piena leggermente più grande e più luminosa delle altre durante tutto l’anno, anche se la differenza può essere difficile da notare.

La Superluna di giugno sarà seguita da un’altra il 13 luglio e una terza il 12 agosto.

24 giugno: 5 pianeti si allineano

Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno sono tutti abbastanza luminosi da essere visti ad occhio nudo e si allineeranno in ordine prima dell’alba verso la fine di giugno. Il raro allineamento apparirà poco prima dell’alba del 24 giugno nel cielo orientale. Anche la falce di luna sarà in linea con i pianeti, splendendo tra Venere e Marte. Sebbene i pianeti sembreranno essere allineati nel cielo, non saranno allineati nel sistema solare: sarà solo l’effetto dalla prospettiva della Terra.

12-13 agosto: Sciame meteorico delle Perseidi

Uno degli sciami meteorici annuali più popolari raggiungerà il picco in una notte estiva, ma quest’anno l’evento avrà una certa concorrenza. In condizioni ideali, le Perseidi possono generare uno spettacolo con 50-100 stelle cadenti all’ora, ma nel 2022 i tassi orari potrebbero essere dimezzati poiché l’evento raggiungerà il picco la notte dopo una luminosa Superluna. Alcune meteore dovrebbero essere visibili nonostante il cielo illuminato dalla Luna, ma la luce del satellite renderà difficile l’osservazione di molte meteore più deboli.

Le Orionidi raggiungeranno il picco due mesi dopo e, sebbene siano meno attive delle Perseidi, potrebbe valere la pena osservare lo spettacolo poiché la Luna non brillerà per tutta la notte. Nella notte tra il 20 e il 21 ottobre, si potrebbero contare circa 20 meteore all’ora.

25 ottobre: eclissi parziale di sole

Eclissi solare parziale
L’eclissi vista da New York. Foto Justin Lane / Ansa

Il 25 ottobre si verificherà la seconda eclissi parziale di sole dell’anno. Sarà visibile dalla maggior parte dell’Europa, del Nord Africa, del Medio Oriente e dell’Asia occidentale. Questo evento sarà visibile anche dall’Italia, con una copertura del disco solare tra il 10% e il 25%.

7-8 novembre: Eclissi lunare totale

La seconda e ultima eclissi lunare totale del 2022 si verificherà tra 7 e 8 novembre. Sarà visibile dall’Asia all’Australia, dal Nord America a gran parte del Sud America fino ad alcune regioni dell’Europa, ma non dall’Italia.

8 dicembre: Opposizione di Marte

Uno dei vicini più prossimi della Terra diventerà una caratteristica importante nel cielo notturno durante la seconda metà del 2022, raggiungendo il picco di luminosità all’inizio di dicembre quando raggiungerà l’opposizione. L’opposizione di Marte si verifica quando il Pianeta Rosso è opposto al sole dal punto di vista della Terra. Di conseguenza, è visibile tutta la notte e brilla più luminoso della maggior parte delle stelle nel cielo.

Marte raggiunge l’opposizione solo una volta ogni 26 mesi; dopo il 2022, la volta successiva sarà il 15 gennaio 2025. Questi incontri ravvicinati sono anche le migliori opportunità per le agenzie spaziali per lanciare missioni verso il Pianeta Rosso.

13-14 dicembre: Sciame meteorico delle Geminidi

Uno degli sciami meteorici annuali più attesi sarà anche uno degli ultimi eventi astronomici dell’anno. Le Geminidi raggiungeranno il picco durante la seconda settimana di dicembre. In condizioni ideali, le Geminidi possono offrire oltre 100 meteore all’ora, ma nel 2022 dovranno condividere il cielo con la Luna quasi piena. Una storia simile è avvenuta anche nel 2021, con una Luna luminosa che ha ridotto i tassi a 30-40 meteore all’ora.

La sera potrebbe rivelarsi il momento migliore per vedere l’evento del 2022 prima che la Luna sorga tra le 22 e le 23 locali. Tuttavia, lo sciame meteorico sarà attivo tutta la notte con stelle cadenti visibili principalmente nelle aree più scure del cielo, lontane dalla luce della Luna.