Elon Musk sostiene le proteste contro obblighi vaccinali e Green Pass: “W i camionisti canadesi”

Elon Musk non ha mai paura di dire la sua e stavolta si è schierato a favore delle proteste contro obblighi vaccinali e restrizioni, sostenendo i camionisti canadesi che protestano contro l'obbligo di vaccinazione anti-Covid

MeteoWeb

Il miliardario Elon Musk ha twittato il suo sostegno ai camionisti canadesi che stanno conducendo enormi proteste contro l’obbligo di vaccino anti-Covid, manifestando, dunque, la propria approvazione alle proteste contro restrizioni, Green Pass e lockdown. Musk, che possiede Tesla e SpaceX, non ha mai paura di dire la sua e nel suo tweet è stato lapidario: “W i camionisti canadesi”.

È una netta posizione la sua ma non è certo la prima volta che si esprime così, considerando che in passato ha già criticato i lockdown. Musk è un avanguardista. Con la sua SpaceX sogna di portare l’uomo su Marte e stabilire una colonia umana lì. Con la sua Neuralink punta ad installare microchip di intelligenza artificiale nel cervello umano, con l’obiettivo di aiutare le persone paralizzate a far funzionare smartphone o arti robotici con la mente e di “risolvere” l’autismo e la schizofrenia. Insomma, Musk crede fermamente nella scienza e nello sviluppo e la sua posizione a favore delle proteste contro le restrizioni legate alla pandemia da Covid non può essere di certo indicata come antiscientifica.

Il governo canadese ha imposto che i camionisti siano vaccinati a partire dal 15 gennaio. La decisione, dunque, ha spinto i camionisti canadesi a formare convogli in tutto il Paese e dirigersi verso la capitale Ottawa, dove dovrebbero arrivare durante il weekend.