I Treni della neve per sciare in modo sostenibile ed economico

Treno, navetta e skipass per i comprensori sciistici più rinomati d'Italia: sono queste le possibilità offerte dai Treni della neve che si distinguono per essere un modo sostenibile ed economico per regalarsi qualche giorno sulla neve

MeteoWeb

Da qualche anno Trenord offre la possibilità agli amanti degli sport invernali di utilizzare i Treni della neve: sono una soluzione comoda che consente di utilizzare un mezzo di trasporto sostenibile ed economico per raggiungere le principali località di montagna e gli impianti sciistici a un costo davvero appetibile.
Anche Trenitalia propone opportunità che mettono in connessioni le principali località sciistiche di Piemonte, Trentino, Valle D’Aosta e Veneto con tutta la penisola da nord a sud attraverso i propri Treni della neve.

Cosa sono i Treni della neve di Trenord

treni-neve-trenord-Già negli anni scorsi l’iniziativa di Trenord aveva riscosso un grande successo, perché per arrivare agli impianti sciistici e sfruttare la possibilità di praticare gli sport invernali non era più necessario prendere la macchina ma si potevano sfruttare i pacchetti dei Treni della neve.
Anche quest’anno la soluzione è stata proposta ai turisti che possono utilizzare le offerte speciali che includono il viaggio in treno, la navetta che conduce direttamente sugli impianti e anche lo skipass per chi vuole trascorrere una o più giornate a praticare gli sport invernali nei principali comprensori sciistici della Lombardia.

Si tratta di una soluzione pensata per i fruitori che hanno più a cuore la sostenibilità poiché si tratta di una scelta green che riduce l’impatto ambientale, essendo il treno un mezzo a minore emissione di inquinanti; ma anche una soluzione economica grazie ai prezzi competitivi dei pacchetti; infine, un fattore da non sottovalutare è la comodità di questa opzione che consente di evitare lunghe file nel traffico e problemi di parcheggio soprattutto nei giorni di maggiore affollamento.

I biglietti speciali coprono il periodo fino al 10 aprile del 2022 e comprendono il viaggio di andata e ritorno sui Treni Trenord da tutta la regione lombarda sino alla stazione ferroviaria più vicina al comprensorio scelto, il servizio di bus-navetta dedicato che parte dalla stazione e arriva agli impianti (da prenotare almeno 24 ore prima del viaggio) e lo skipass per uno o più giorni.

Le destinazioni dei Treni della neve di Trenord

treni-della-neveI Treni della neve fanno parte di una più ampia iniziativa, quella delle Gite in treno, sempre ideate da Trenord e consentono di raggiungere diverse destinazioni note per la pratica di sport invernali come: Aprica, Valmalenco, Montecampione e Pontedilegno-Tonale.

Il biglietto per l’impianto di Aprica-Corteno consente il viaggio andata e ritorno, il servizio bus navetta e lo skipass per accedere all’impianto di Aprica-Corteno.
Qui ad attendere i turisti ci sono 50 chilometri di piste da sci adatte sia a principianti che a sciatori esperti. Per gli amanti dello sci di fondo ci sono ad attenderli anelli che hanno come cornice le aree naturalistiche incontaminate, mentre per gli amanti delle ciaspole c’è la possibilità di immergersi nell’atmosfera incantevole dei boschi.
Chi è alla ricerca di un divertimento adatto anche ai più piccoli può provare le aree adibite all’uso di bob e slittini, infine chi ama il fascino della montagna di notte può scoprire la Superpanoramica del Baradello, la pista da sci illuminata più lunga d’Europa.

L’offerta dei Treni della neve per il comprensorio di Valmalenco-Alpe Palù consente di avere un’alternativa allo skipass, cioè il noleggio delle ciaspole per coloro che sono appassionati di passeggiate in montagna e vogliono sfruttare l’occasione per esplorare la neve in Valmalenco.
Chi desidera sfruttare gli oltre 60 chilometri di piste del comprensorio dell’Alpe Palù può farlo con la Snow Eagle, la più grande funivia d’Europa che con cabine che ospitano fino a 160 persone raggiunge una quota di 2080 metri e consente di avere una vista davvero mozzafiato sulle Alpi.

La Valmalenco offre anche l’opportunità di praticare gli sport della neve più adrenalinici e d’avanguardia nello snow park dedicato allo snow-board e al freestyle, ma anche la pista per le spettacolari gare di boardercross e skicross.
La montagna qui offre sensazioni uniche e atmosfere fiabesche da scoprire con le escursioni con le racchette da neve attraverso conche punteggiate di conifere, villaggi di montagna, laghi alpini ghiacciati e cime imponenti.

I Treni della neve portano anche a Pian Camuno-Gratacasolo da cui con la navetta si arriva agli impianti della Montecampione Ski Area, e al comprensorio sciistico dell’Adamello, una delle località sciistiche più rinomate di Trentino e Lombardia.
Qui le 4 ski area, Ponte di Legno, Passo Tonale, Ghiacciaio Presena e Temù, offrono agli appassionati di sport sulla neve 41 piste, comprese tra i 1.121 e i 3.016 metri di quota, servite da 28 innovativi impianti di risalita.

Gli amanti dello sci possono divertirsi su piste panoramiche e leggendarie, tra cui la Pista Nera Paradiso e le piste sul Ghiacciaio Presena, cimentarsi in scialpinismo e freeride, oppure dedicarsi allo sci nordico; ma il comprensorio è perfetto anche per chi non scia: le attività sulla neve spaziano, infatti, dalle ciaspole allo sleddog, dalle gite in motoslitta fino alle escursioni con la fat bike.

I Treni della neve di Trenitalia

treni-della-nevePer le vacanze in montagna e sulla neve si possono anche sfruttare le opportunità proposte da Trenitalia a bordo delle Frecce, che collegano le principali città italiane da Nord a Sud con le località di vacanza invernale più ambite.
Anche in questo caso i Treni della neve di Trenitalia prevedono un servizio di bus integrato che consente di raggiungere i comprensori sciistici delle Alpi piemontesi come Oulx o Bardonecchia, in alta Val di Susa.
Queste possono essere raggiunte da Treni che partono da Napoli, Roma, Firenze, Bologna Reggio Emilia AV e Milano tutti i weekend fino al 27 marzo 2022.

Le più belle tra le località delle Dolomiti possono essere raggiunte con il servizio Freccialink, Frecce + bus, che consentono di raggiungere la Valle d’Aosta ma anche Trentino Alto Adige e Veneto fino al 29 marzo 2022.
Cortina d’Ampezzo è in connessione con le Frecce da Napoli, Roma, Firenze e Bologna; Madonna di Campiglio e Pinzolo sono connessi alle Frecce in partenza da Roma, Firenze, Bologna e Verona; dalle stesse città le Frecce arrivano anche a Selva di Val Gardena, S. Cristina, Ortisei e ancora Canazei, Vigo di Fassa, Moena, Predazzo e Cavalese; per arrivare a Courmauyeur e Aosta con i Treni della neve bisognerà invece prendere le Frecce con cui sono connessi da Roma e Firenze.