Per Tesla si apre una nuova epoca: al via da oggi le prime consegne della Model Y made in Europa | FOTO

Consegnate oggi le prime 30 Model Y di Tesla, il Suv prodotto e venduto in Europa, con fabbrica in Germania

MeteoWeb

Per Tesla oggi si apre una nuova epoca: prende il via la consegna delle prime auto prodotte alla Gigafactory Berlin-Brandenburg, la prima sede produttiva europea dell’azienda nonché la sua infrastruttura più avanzata, sostenibile ed efficiente. Le 30 auto consegnate ai loro nuovi proprietari oggi sono anche le prime Model Y Performance in Europa. La Gigafactory Berlin-Brandenburg è la quinta fabbrica al mondo di Tesla. La decisione di avviare la nuova attività era stata annunciata nel novembre 2019, e i lavori di costruzione sono iniziati nella primavera del 2020.

Sono dunque bastati solo due affinché la fabbrica iniziasse la produzione del suv compatto elettrico di Tesla, il Model Y appunto. A cominciare dall’allestimento Model Y Performance, Gigafactory Berlin-Brandenburg produrrà e fornirà auto per tutti i mercati Tesla europei. La Gigafactory Berlin-Brandenburg, che prende il nome dalla vicina capitale tedesca e dallo stato federato su cui sorge, Brandeburgo, è riuscita ad unire diverse unità produttive nel sito di 300 ettari per uno stabilimento totale di 227.000 mq.

Foto Ansa

Quando tutti i settori della fabbrica saranno operativi a pieno regime, circa 12.000 dipendenti produrranno automobili, celle di batterie, batterie, motori elettrici, parti in plastica, sedili, assali e molto altro. Con una capacità di produzione potenziale annuale di 500.000 Model Y e una produzione di batterie fino a 50 GWh, è la più grande fabbrica di auto elettriche in Europa per capacità. Più di 3.000 dipendenti hanno già iniziato a lavorare nello stabilimento e Tesla continuerà ad assumere migliaia di persone nel corso dei prossimi mesi. Dalla produzione alle business operations, dalla catena di approvvigionamento all’ingegneria o produzione di celle, la Gigafactory Berlin-Brandenburg offre lavoro in un’ampia varietà di settori. La Gigafactory Berlin-Brandenburg è stata costruita con l’obiettivo della sostenibilità. Tesla ha sfruttato le conoscenze apprese nella costruzione di stabilimenti di livello mondiale a Reno e Shanghai per ridurre l’impronta ambientale. Per esempio, il consumo di energia per ciascuna cella prodotta diminuirà del 70%, il consumo di acqua per auto prodotta sarà inferiore alla media dell’industria (2,2mc contro 3,7mc) e l’uso di solventi sarà significativamente ridotto nel reparto verniciatura.

La Model Y Performance prodotta in Germania raggiunge i 514 km di autonomia WLTP, accelera da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi, mentre la velocità massima è di 250 km/h. In Italia è in vendita a partire da 68.990 euro con consegne stimate per i nuovi ordini a partire da aprile.

Foto Ansa

Tesla: gli industriali tedeschi lodano la velocità di assemblaggio

Gli industriali tedeschi lodano la velocità di assemblaggio della fabbrica Tesla. Siegfried Russwurm, presidente della Federazione dell’industria tedesca (Bdi), ha elogiato oggi la velocità con cui la casa automobilistica Tesla ha costruito la sua fabbrica a Gruenheide vicino a Berlino. “Il ritmo di Tesla dovrebbe servire da modello per i progetti di investimento in Germania“, ha riferito Russwurm alla Dpa in occasione dell’inaugurazione del nuovo stabilimento a Gruenheide, nello stato di Brandeburgo. Russwurm ha aggiunto che l’intenso sostegno del governo regionale ha accelerato notevolmente il processo. “Le aziende industriali tedesche vorrebbero vedere questo tipo di supporto per ogni procedura di approvazione in tutti gli stati federali”, ha sottolineato Russwurm.

Dopo poco più di due anni di costruzione, il produttore americano di auto elettriche Tesla prevede di aprire oggi a Gruenheide la sua prima fabbrica in Europa. Inizialmente, la produzione doveva iniziare già nell’estate del 2021, ma l’approvazione è stata ritardata, anche perché Tesla ha aggiunto ai piani una fabbrica di batterie. Il progetto è visto come un progetto esemplare per il Brandeburgo e tutta la Germania orientale.

Foto Ansa

Russwurm ha anche previsto una “enorme maratona di approvazioni” per progetti infrastrutturali e industriali in vista della ristrutturazione accelerata dell’approvvigionamento energetico. “I governi federali e regionali devono ottenere una pianificazione e approvazioni molto più veloci di prima per la sicurezza dell’approvvigionamento e l’auspicata indipendenza delle forniture energetiche russe“, ha sottolineato il presidente della Bdi. Russwurm ha aggiunto che devono essere prese rapidamente ampie misure di ristrutturazione, soprattutto nelle industrie ad alta intensità energetica come l’acciaio, la chimica, il cemento e la produzione di energia. “Il governo federale dovrebbe già affrontare una massiccia accelerazione delle procedure di approvazione nel suo pacchetto di Pasqua“. Il ministro dell’economia tedesco Robert Habeck prevede di presentare una serie di iniziative legislative prima di Pasqua.